29.8 C
Rome
mercoledì, Giugno 19, 2024

Il pianto di un bambino tra le rovine: gli abitanti di Donetsk hanno parlato del massiccio attacco missilistico russo e dei morti

Il pianto di un bambino tra le rovine: gli abitanti di Donetsk hanno parlato del massiccio attacco missilistico russo e dei morti

Il pianto di un bambino tra le rovine: Testimoni oculari hanno parlato delle conseguenze dell’attacco. La città  di Pokrovsk , nella regione di Donetsk, si sta riprendendo dal massiccio bombardamento di ieri da parte dei russi. Hanno colpito il centro della città con razzi, danneggiando edifici e ferendo persone.  Ciò è affermato nella storia della corrispondente di TSN Yulia Kiriyenko.  Novogrodivka ha sofferto di più a causa dei bombardamenti russi. Lì gli occupanti hanno lanciato un missile S-300 contro un edificio residenziale e ci sono state vittime. 

I soccorritori stanno ancora cercando un bambino di 8 anni e un’altra persona. Il tredicenne Demyan e sua madre sono stati salvati dalle macerie. La famiglia è attualmente in cura a Pokrovsk.  “In qualche modo la stufa gli è caduta addosso. E lui era sotto la stufa, ha acceso il telefono per guardare. Aveva il telefono in mano e i soccorritori lo hanno visto, sono saliti lì e lo hanno portato via”, dice la nonna del ragazzo, Svitlana. . 

Ragazzo ferito / ©
Ragazzo ferito

Aggiunge che la madre del ragazzo è gravemente ferita. I medici valutano le sue condizioni come moderate, ma danno previsioni positive per la sua guarigione.  “È un vero peccato. Possano essere maledetti”, dice Svitlana. 

Morawiecki ha introdotto il secondo e il terzo stato di allarme. Entreranno in vigore dal 1° dicembre

Un altro missile è caduto nel settore privato di Pokrovsk. Lì, un neonato, una madre e due figli adolescenti sono stati tirati fuori dalle rovine di un edificio residenziale. Il padre dei bambini è quello che ha sofferto di più. 

Un uomo ferito da un bombardamento / ©
Un uomo ferito da un bombardamento

“Hanno sentito il pianto di un bambino sotto le rovine. Ho visto che c’erano un uomo e un bambino accanto a lui. Mi sono subito precipitato dal bambino, l’ho preso, l’ho preso. Era coperto di sangue”, dice Ruslan Gubanov, un tenente anziano della polizia della regione di Donetsk. 

Ruslan Gubanov è un tenente anziano della polizia della regione di Donetsk.  /©
Ruslan Gubanov è un tenente anziano della polizia della regione di Donetsk. 

▶ Sul canale YouTube di TSN, puoi guardare il video

Vi ricordiamo che nella notte del 30 novembre l’esercito russo ha colpito contemporaneamente il distretto Pokrovsky nella regione di Donetsk con sei missili S-300. Pokrovsk, Novogrodivka e Myrnograd furono presi di mira. Molte persone sono morte a causa dell’attacco degli occupanti. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles