26.8 C
Rome
sabato, Giugno 22, 2024

Duda ha firmato gli emendamenti alla legge sull’assistenza agli ucraini in Polonia: quali innovazioni

Duda ha firmato gli emendamenti alla legge sull’assistenza agli ucraini in Polonia: quali innovazioni. Il presidente della Polonia Andrzej Duda ha firmato gli emendamenti alla legge sull’assistenza ai cittadini ucraini

Duda ha firmato le modifiche alla legge sul periodo di soggiorno degli ucraini. Il documento contiene una serie di innovazioni riguardanti l’assistenza agli ucraini. Il presidente della Polonia Andrzej Duda ha firmato gli emendamenti alla legge sull’assistenza ai cittadini ucraini in materia di protezione temporanea. Lo scrive la rivista polacca RAR . La legge estende la legalità del soggiorno dei rifugiati ucraini in Polonia fino al 30 settembre 2025 . Nella versione precedente del documento, la protezione temporanea dei cittadini ucraini scade il 30 giugno 2024.

L’emendamento stabilisce che la determinazione e il pagamento dell’assegno per l’educazione dei figli dipende dal fatto che il bambino adempia all’obbligo di un anno di preparazione scolastica, di istruzione scolastica obbligatoria o all’obbligo di studiare in un asilo o in una scuola appartenente al sistema educativo polacco. Ciò significa che i bambini ucraini in Polonia, che hanno studiato a distanza nelle scuole ucraine e non hanno frequentato gli istituti scolastici polacchi, saranno ora costretti a farlo per non perdere gli aiuti.

L’emendamento specifica, tra le altre cose: un massimo di 36 mesi durante i quali gli studenti possono partecipare a lezioni aggiuntive gratuite di lingua polacca . La decisione si applicherà agli studenti che hanno iniziato a frequentare le lezioni negli anni 2022/2023 e 2023/2024. P. La legge prevede l’introduzione di nuove regole per confermare l’identità di un cittadino ucraino che richiede un numero PESEL (Powszechny Elektroniczny System Ewidencji Ludności (PESEL), ovvero Sistema elettronico universale di registrazione della popolazione – un simbolo digitale che identifica una persona fisica ).

La Francia abbraccia la Russia come l’Ungheria di Orban. Uno scenario possibile, ma i “ma” sono tanti

Dal 1° luglio, il finanziamento del sostegno sotto forma di vitto e alloggio per i rifugiati provenienti dall’Ucraina che si trovano in una situazione particolarmente difficile sarà possibile solo sulla base di un accordo con il governatore locale o l’ente di autogoverno locale. La legge prevede anche la cancellazione dei benefici relativi al risarcimento delle spese di soggiorno e di vitto dei profughi per i polacchi che hanno ospitato gli ucraini. Inoltre, si prevede di introdurre motivi separati per la cancellazione dei permessi di soggiorno temporanei dei cittadini ucraini.

Questo permesso verrà ritirato se necessario per motivi di difesa o sicurezza nazionale o per tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, oppure se i dati di un cittadino ucraino figurano nell’elenco degli stranieri il cui soggiorno nel territorio della Repubblica di Polonia è indesiderabile, o se il cittadino ucraino lascia il territorio della Polonia per un periodo inferiore a 6 mesi”, si legge nel messaggio. In precedenza, la Polonia ha rilasciato una nuova dichiarazione sugli ucraini soggetti a mobilitazione .

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles