13.5 C
Rome
martedì, Marzo 5, 2024

Nella Repubblica Ceca un partito filo-russo chiede la fine degli aiuti alle Forze Armate: dura la risposta del Ministero della Difesa

Nella Repubblica Ceca un partito filo-russo chiede la fine degli aiuti alle Forze Armate: dura la risposta del Ministero della Difesa

Nella Repubblica Ceca è scoppiato uno scandalo a causa degli appelli delle forze filo-russe a sospendere gli aiuti all’Ucraina. Nella Repubblica Ceca i leader del partito extraparlamentare di destra populista e filorusso PRO, rappresentante dell’associazione antigovernativa “Repubblica Ceca contro la povertà” Jindřich Reichl, hanno affermato che Praga non dovrebbe fornire aiuti militari all’Ucraina. Secondo lui ciò non corrisponde agli interessi nazionali del paese.

Lo ha riferito ČTK  . Va notato che il giorno prima della Camera dei Rappresentanti hanno discusso le petizioni dell’associazione antigovernativa, che contengono la richiesta di “fermare la retorica secondo cui la Repubblica Ceca è in guerra” e di fermare la fornitura di attrezzature militari all’Ucraina.

Arrestati Maciej Wąsik e Mariusz Kamiński. La polizia è entrata nel palazzo presidenziale

La posizione del partito PRO

Jindrich Reichl e altri rappresentanti delle forze politiche hanno dichiarato la necessità di una “soluzione diplomatica e pacifica del conflitto”. Secondo il politico l’affermazione secondo cui l’Ucraina combatte soprattutto per la Repubblica Ceca non è vera.

“Questa è una bugia, questa è pura manipolazione… Ogni giorno che la guerra in Ucraina si trascina, ci sono più sofferenze, più morti inutili, più spargimenti di sangue inutili e maggiori perdite economiche, nonché un ulteriore deterioramento della posizione dell’Ucraina nei negoziati per una pace possibile”, ha detto. .

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles