2 C
Rome
lunedì, Febbraio 26, 2024

A Varsavia sono scoppiate le proteste: cosa è successo

A Varsavia sono scoppiate le proteste: cosa è successo I manifestanti affermano che non si aspettavano di essere detenuti nel palazzo presidenziale

Circa 300 persone hanno protestato davanti al palazzo presidenziale dopo la detenzione sul suo territorio degli ex capi del Ministero degli Interni Mariusz Kaminski e Macei Vosik. Lo scrive  RMF FM . La manifestazione si è svolta anche davanti alla questura distrettuale in strada. Granatieri a Varsavia. La polizia ha arrestato Kaminsky e Vonik nel palazzo presidenziale. Per prima cosa sono stati portati alla stazione di polizia. 

I presenti davanti al palazzo presidenziale hanno scandito lo slogan: “Questa è la Polonia”. Molte persone avevano bandiere bianche e rosse.  I manifestanti hanno detto che non si aspettavano che Mariusz Kaminski e Maciej Vosik fossero detenuti vicino al palazzo presidenziale. “Sono profondamente rattristato da ciò che sta accadendo attualmente in Polonia. Che la polizia possa detenere illegalmente cittadini onesti e politici onesti”, ha detto uno dei manifestanti.

Anche i sostenitori di Kaminsky e Vosik si sono radunati sotto la stazione di polizia, gridando “Prigionieri politici” e “Abbasso il comunismo”.  “Che libertà abbiamo adesso? Dove stiamo andando? A cosa sta arrivando questa Polonia?” – ha detto uno dei manifestanti. 

Arrestati Maciej Wąsik e Mariusz Kamiński. La polizia è entrata nel palazzo presidenziale

Diverse dozzine di agenti sorvegliavano l’ingresso dalla parte anteriore e posteriore dell’edificio. Davanti alla sede si sono presentati anche diversi deputati.  La folla ha cantato “Lascia entrare il vice”. La polizia però non li ha fatti entrare.

Kaminsky e Wonsik sono arrivati ​​al palazzo presidenziale su invito del presidente polacco Andrzej Duda. Dovevano partecipare ad una cerimonia prevista per le 11:00 al Palazzo. Probabilmente erano lì da diverse ore. Successivamente la polizia è entrata nell’edificio dell’ufficio presidenziale nel sobborgo di Cracovia. Ciò è avvenuto in assenza di Andrzej Duda, che in quel momento si stava incontrando con la leader dell’opposizione bielorussa Svitlana Tsikhanouska al Palazzo Belvedere.

La polizia, con sorpresa dei detenuti, che erano in visita dal presidente fin dalla mattina, li ha riconosciuti e li ha informati dei motivi dell’intervento. Kaminsky e Wonsik furono sorpresi, ma non resistettero e furono portati fuori. Ora, secondo la decisione del tribunale, andranno in prigione perché sono stati condannati a due anni di reclusione in relazione al cosiddetto caso fondiario. Ricordiamo che nel frattempo  la Polonia chiede al Congresso americano di approvare gli aiuti all’Ucraina . 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles