1.5 C
Rome
martedì, Febbraio 27, 2024

La Russia ha dato all’Ucraina un ultimatum sulla guerra: analisi ISW

La Russia ha dato all’Ucraina un ultimatum sulla guerra: analisi ISW. La portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha affermato che gli obiettivi massimalisti della Federazione Russa

La Russia ha dato all’Ucraina un ultimatum sulla guerra: analisi ISW. Putin non fermerà la guerra, anche se i suoi obiettivi massimalisti verranno raggiunti. La portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha affermato che gli obiettivi massimalisti della Federazione Russa nella guerra contro l’Ucraina non sono cambiati. Lei ha ripetuto la richiesta del Cremlino per la totale capitolazione politica dell’Ucraina e l’accettazione delle richieste militari e territoriali della Federazione Russa, senza accennare alla disponibilità per negoziati seri. Lo riferisce l’Istituto americano per lo studio della guerra ( ISW ).

Ultimatum dalla Russia

In un’intervista all’AFP il 9 dicembre, Zakharova ha affermato che “una soluzione globale, stabile ed equa al problema” in Ucraina è possibile solo se l’Occidente smetterà di “rifornire di armi le forze armate ucraine” e se l’Ucraina si arrenderà ai suoi territori rivendicati. dalla Russia e ritira le sue truppe

Aiuti Usa all’Ucraina. Kirby: Se smettiamo di sostenere Kiev, pagheremo con il sangue americano

Il portavoce del ministero degli Esteri russo ha ripetuto la dichiarazione di lunga data del Cremlino secondo cui il paese aggressore ha invaso l’Ucraina per “smilitarizzazione”, “denazificazione” e “garantendo i diritti dei cittadini di lingua russa”. Gli analisti hanno notato che le autorità russe usano costantemente il termine “denazificazione” come un codice per rimuovere il governo ucraino eletto e sostituirlo con un governo che il Cremlino ritiene accettabile.

Gli obiettivi della guerra della Russia contro l’Ucraina non sono cambiati

La “smilitarizzazione” lascerà ovviamente per sempre l’Ucraina alla mercé della Russia. I commenti di Zakharova sottolineano chiaramente il fatto che gli obiettivi iniziali dell’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia, stabiliti dal presidente russo Vladimir Putin il 24 febbraio 2022, non sono cambiati e che Putin non ha intenzione di porre fine alla guerra se i suoi obiettivi massimalisti sono raggiunti”, si legge nel rapporto dell’Istituto per lo studio della guerra.

L’ISW ritiene che la Russia non avvierà negoziati seri con l’Ucraina . I negoziati sui termini della Federazione Russa equivalgono alla completa capitolazione dell’Ucraina e dell’Occidente.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles