14.7 C
Rome
sabato, Giugno 15, 2024

Una passeggiata insolita nel buio della città. Esplora la criminale Cracovia in un giorno

Una passeggiata insolita nel buio della città. Esplora la criminale Cracovia in un giorno. È possibile trovare a Cracovia un itinerario turistico poco conosciuto e storie affascinanti?

Una passeggiata insolita nel buio della città. È possibile trovare a Cracovia un itinerario turistico poco conosciuto e storie affascinanti? SÌ. Questo breve viaggio dimostrerà che Cracovia non è solo una città di re, ma anche una città oscura. Scopriamo allora il volto meno conosciuto di Cracovia.

  • Ragazzo – assassino
  • Re – assassino
  • Un uomo ricco che ha finito male
  • Highlander, non ti dispiace per me…
  • Cannibale di Cracovia
  • La Torre del Municipio come testimone

Ragazzo – assassino

Veniva dal cosiddetto una famiglia decente; suo padre era un ingegnere, sua madre gestiva la casa ed era socialmente attiva, e aveva una sorella minore. Era uno studente medio delle scuole superiori. Eppure è stato grazie a lui se a Cracovia negli anni Sessanta prevalse la psicosi da paura. La spedizione sulle tracce di Karol Kot non può che iniziare dal Kazimierz di Cracovia. Viveva in un caseggiato in via Meiselsa 2.

Quando ha commesso i crimini, era uno studente presso la Scuola Tecnica Energetica in ul. Loreto. La scuola non si è mai vantata di uno studente del genere, ma possiamo ammirare il suo imponente edificio situato nello stesso luogo. Il sentiero ora conduce alla chiesa del Monastero dei Sacri Cuori, in via Garncarska 2. Karol trafigge la vecchia con una baionetta. Attacca la donna successiva al cancello (Skawińska 2) e la pugnala di nuovo alla schiena. Non è del tutto soddisfatto: in seguito si scopre che entrambi i tentativi di omicidio non hanno avuto successo.

Nel 1964, nella chiesa del monastero delle Suore Presenti (ul. Jana 7), un’anziana donna che leggeva la clessidre fu aggredita con un coltello. Questa volta ha successo: la vittima muore. L’assassino dal volto di cherubino attacca donne e bambini, soprattutto perché sono fisicamente più deboli. Gli attentati sono sempre di più, a Cracovia comincia a prevalere la psicosi della paura. Alla fine, il ragazzo dalla faccia da bambino viene catturato e condannato a morte. In precedenza, ha superato gli esami finali del liceo.

Re – assassino

Andiamo a Wawel, alla cattedrale reale e al Medioevo. L’“Altare della Patria” è un mausoleo legato al culto del Santo. Stanislao di Szczepanów. Secondo la tradizione, le spoglie mortali del santo furono portate da Skałka alla cattedrale dieci anni dopo la sua tragica morte avvenuta nel 1079 per mano del re Boleslao il Temerario. E dove cercare la tomba del re? Buona domanda.

Ci sono indizi che portano al monastero benedettino nella città alpina di Ossia. Ma c’è anche un secondo elemento nel mito.

Si tratta dell’abbazia benedettina di Tyniec vicino a Cracovia, dove è stata scoperta una tomba situata nel luogo più onorevole del tempio, solitamente riservato ai fondatori dai monaci benedettini. Si presume che il principe Władysław Herman, fratello e successore del re, portò il corpo del monarca nel paese nel 1086 e lo fece seppellire a Tyniec.

Contrariamente alla leggenda nera, i benedettini rispettarono sempre Boleslao il Temerario, il re che riportò la Polonia allo status di regno, perché dopo di lui, per oltre 200 anni, nessuno ci riuscì.

Un uomo ricco che ha finito male

Mentre siamo a Wawel, conosciamo il carattere avventuroso di Samuel Zborowski. La Torre dei Ladri fungeva allora da prigione. Samuel Zborowski fu imprigionato lì, come un pericoloso cattivo. Il magnate dovette affrontare numerose condanne; per omicidio, ma anche per delitto di stato, perché cospirò contro la Corona con gli Asburgo. Fu giustiziato nel cortile del Castello Reale.

Highlander, non ti dispiace per me…

Passiamo ora a Planty e ad epoche più recenti. All’ombra del Teatro Słowacki, dietro la chiesa di S. Attraverso.

Bałucki era un drammaturgo e pubblicista, un autore molto popolare a quel tempo e interpretato con entusiasmo. Viene ricordato per sempre con le parole:

Highlander, non ti dispiace? / Highlander, torna nelle sale!

Questa è la poesia di Bałucki, resa popolare come canzone.

Verso la fine della sua vita fu in dura disputa con il movimento della Giovane Polonia. Da solo, Bałucki, amareggiato per il fallimento delle sue ultime commedie e sentendosi perseguitato da critici virulenti, si sparò alla tempia con una rivoltella. Il funerale secolare ha avuto luogo nel cimitero di Rakowicki.

Cannibale di Cracovia

San Michele è un carcere fondato dalle autorità austriache nel 1797, ma l’edificio è molto più antico: in passato ospitava un monastero di Carmelitani Scalzi, sottratto ai monaci dall’invasore. Attualmente vi si trova un interessante Museo Archeologico. Il periodo più drammatico nella storia del carcere fu la Seconda Guerra Mondiale e gli anni del terrore stalinista che seguirono, perché lì furono imprigionati i patrioti polacchi.

Stiamo massacrando uno dei più grandi successi della Polonia nel campo degli armamenti. Ci saranno più armi direttamente dalla Corea

Lì fu giustiziato anche un cannibale di Cracovia, il tedesco Franz Tham, i cui crimini atroci lasciano dietro di sé Hannibal Lecter del film “Il silenzio degli innocenti”. Il serial killer arrivò a Cracovia durante la seconda guerra mondiale. Fu catturato dalla polizia nel 1943, dopo che nel suo appartamento fu scoperta una macellazione di carne umana. Li vendeva producendo carni con questo contenuto.

La Torre del Municipio come testimone

La piazza del mercato di Cracovia è stata teatro di molti eventi drammatici. Attualmente dell’edificio del municipio di Cracovia rimane solo la torre del municipio. Ha assistito a più di un’esecuzione. Il seminterrato della torre ospitava, tra gli altri, prigione e camera di tortura. Ancora più in profondità nelle cantine del municipio si trovava la prigione più profonda, chiamata “Dorotka”. Era lì che i criminali aspettavano di essere condannati a morte, solitamente mediante decapitazione. Le esecuzioni dei condannati avvenivano nel cortile interno tra il Municipio e il corpo di guardia (stazione di polizia), oggi non esistente.

Visitare Cracovia seguendo le tracce del crimine e della punizione sarà un emozionante viaggio nel passato. Può essere anche una scusa per fare una passeggiata insieme: non restate a casa! Vieni in viaggio! Con www.viaggioinpolonia.com

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles