19.6 C
Rome
giovedì, Maggio 30, 2024

L’opposizione teme una ripetizione. Mateusz Morawiecki potrebbe sospendere la decisione del Sejm

L’opposizione teme una ripetizione. Mateusz Morawiecki potrebbe sospendere la decisione del Sejm. La votazione sulle risoluzioni avrebbe dovuto svolgersi durante la prima sessione del Sejm.

I politici dell’opposizione temono che il primo ministro Mateusz Morawiecki possa sospendere la pubblicazione delle risoluzioni riguardanti l’invalidazione delle elezioni dei cosiddetti doppi giudici del Tribunale costituzionale. La votazione sulle risoluzioni avrebbe dovuto svolgersi durante la prima sessione del Sejm. Le nuove risoluzioni dovrebbero essere uno dei primi cambiamenti che l’opposizione vuole introdurre al Sejm. Secondo gli accertamenti di Onet , la votazione sulle risoluzioni avrebbe dovuto svolgersi il 14 novembre. Non è però noto se ciò avverrà.

L’opposizione vuole annullare l’elezione del cosiddetto arbitri sostituti. Il Primo Ministro sospenderà il voto?

Come riportato da Onet, i politici della nuova maggioranza del Sejm temono che Mateusz Morawiecki sospenda la pubblicazione del Sejm riguardo all’invalidazione delle cosiddette elezioni. arbitri sostituti. Dopo la votazione, le risoluzioni dovrebbero apparire sul Monitor Polski, che viene pubblicato ufficialmente dal Primo Ministro , e Mateusz Morawiecki deciderà ancora per qualche settimana sulla pubblicazione delle risoluzioni .

I politici dell’opposizione temono che si sia ripetuta la situazione in cui il primo ministro Beata Szydło ha rifiutato di annunciare le sentenze emesse dal Tribunale costituzionale . Fu allora diretto dal prof. Andrzej Rzepliński. – Preferiremmo evitarlo, pur sapendo che presto avremo un nuovo governo. Ci chiediamo cosa fare. Stiamo analizzando la normativa, ma non è sicuro che queste risoluzioni vengano approvate adesso, ha detto uno dei deputati della Coalizione civica in un’intervista a Onet.

“In ginocchio ho chiesto al commissario militare di riportare a casa i bambini”: nuovi dettagli sullo scandalo che ha coinvolto la mobilitazione dell’autista

Chi sono i “giudici sostituti”? Sono membri della Corte Costituzionale dal 2015

Ricordiamo la storia del cosiddetto giudici sostitutivi sono iniziati nell’ottobre 2015. Poi, durante l’ultima sessione del Sejm della 7a legislatura, i deputati del PO-PSL hanno eletto giudici del Tribunale costituzionale Roman Hauser, Krzysztof Ślebzak, Andrzej Jakubecki, Bronisław Sitek e Andrzej Sokala. Sono stati eletti sulla base di una nuova legge del giugno 2015, che permetteva ai politici del 7° mandato di eleggere i giudici del Tribunale, anche se il loro mandato sarebbe dovuto iniziare nel mandato successivo.

I politici del PiS hanno avuto la maggioranza nel nuovo Sejm e hanno subito introdotto modifiche alla Corte Costituzionale. Successivamente è stata modificata la legge sul Tribunale costituzionale, che ha consentito la rielezione dei giudici. Ciò è accaduto nella notte tra il 25 e il 26 novembre 2015. I politici del PiS hanno poi annullato le risoluzioni relative all’elezione dei giudici e il 2 dicembre 2015 il Sejm ha eletto Henryk Cioch (morto nel 2017, il suo posto è stato preso da Jarosław Wyrembak ), Lech Morawski (morto nel 2017, il suo posto è stato preso da Justyn Piskorski), Mariusz Muszyński, Piotr Pszczółkowski e Julia Przyłębska.

Il Tribunale costituzionale, allora presieduto da Andrzej Rzepliński, stabilì che i giudici eletti durante il 7° mandato sedevano lì in conformità con la Costituzione. I giudici scelti dalla maggioranza dei politici del PiS, cioè Muszyński, Wyrembak e Piskorski, sono chiamati “sostituti”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles