7.1 C
Rome
lunedì, Aprile 15, 2024

Putin non si fermerà: l’Ucraina è pronta per un altro inverno di guerra e quali obiettivi può scegliere il nemico per gli attacchi?

Putin non si fermerà: l’Ucraina è pronta per un altro inverno di guerra e quali obiettivi può scegliere il nemico per gli attacchi?

La Russia cercherà di utilizzare il sistema energetico ucraino come arma durante l’inverno, poiché questo è uno dei modi principali per combattere la Federazione Russa contro l’Ucraina durante questo periodo. Inoltre, Putin scommette su un inverno freddo. Ma le sue speranze si realizzeranno? Il presidente russo Vladimir Putin sembra ancora contare sul fatto che, riducendo drasticamente le forniture energetiche russe all’Europa, un inverno freddo peggiorerà la crisi energetica e del costo della vita in Europa e costringerà i governi occidentali a scendere a compromessi con il Cremlino riducendo il sostegno alla L’Ucraina in cambio dell’energia russa. 

Tuttavia, un ottobre più caldo del normale, combinato con un aumento delle forniture di gas naturale liquefatto, significa che le scorte di gas sono state ricostituite e i prezzi del gas in Europa sono diminuiti. Pertanto, i piani del dittatore ovviamente fallirono. Nel frattempo, l’Ucraina si preparava all’inverno e ai bombardamenti nemici. Dove combatteranno i russi, se l’Ucraina è pronta per l’inverno – leggi nell’articolo di TSN.ua. Durante la riunione del gruppo di contatto per la difesa dell’Ucraina “Ramstein” dell’11 ottobre, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che Putin intende utilizzare l’inverno come arma contro l’Ucraina.

“Attualmente vediamo che Putin si sta preparando a usare nuovamente l’inverno come arma di guerra, cioè per attaccare il sistema energetico e le infrastrutture del gas. Dobbiamo prevenirlo disponendo di capacità di difesa aerea più avanzate e migliorate, ciò avrà un impatto significativo la situazione”, ha sottolineato Stoltenberg. Il ministro della Difesa americano Lloyd Austin ha aggiunto che il presidente della Federazione Russa vuole far precipitare l’Ucraina nel freddo inverno e nell’oscurità.

I rappresentanti delle autorità ucraine hanno ripetutamente affermato che il prossimo inverno sarà più duro del precedente. Innanzitutto a causa del probabile aumento dei bombardamenti da parte delle forze armate russe volti a distruggere le infrastrutture critiche ucraine. In particolare, il segretario del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale dell’Ucraina Oleksiy Danilov è convinto che il periodo invernale in Ucraina sarà difficile a causa della follia del presidente russo Vladimir Putin.

“L’inverno sarà duro e difficile, dato questo pazzo che si trova nelle vicinanze del nostro territorio. Certo, cercherà di causarci problemi. Ma posso sicuramente dire che oggi la questione è in una forma completamente diversa. È in corso la massima preparazione per un periodo difficile e difficile”, ha detto Danilov. Ha anche aggiunto che la questione è stata discussa più volte nelle riunioni dello staff del comandante in capo supremo. Il Presidente dell’Ucraina ha dato ordini adeguati e le strutture competenti stanno portando avanti alcuni lavori.

L’anno scorso, la Russia ha iniziato i suoi attacchi contro gli impianti energetici ucraini l’11 settembre, colpendo Kharkiv TPP-5, e ha continuato a bombardare centrali elettriche, sottostazioni, nodi di distribuzione fino a metà marzo 2023, utilizzando più di mille aerei e missili da crociera. Con l’obiettivo di far precipitare il Paese in un blackout: privarlo dell’elettricità. Il settembre 2023 è stato un record per il numero di UAV di tipo attacco utilizzati dall’aggressore nelle città ucraine , hanno riferito le forze aeree delle forze armate ucraine. La Russia ha utilizzato 503 droni kamikaze del tipo Shahed contro l’Ucraina. Si tratta già di circa la metà del numero con cui il Cremlino ha attaccato l’Ucraina dall’autunno del 2022 alla primavera del 2023: quindi durante l’intero periodo freddo c’erano circa mille droni.

Con i suoi massicci attacchi, la Russia cercherà ancora una volta di esercitare pressione psicologica sugli ucraini affinché crescano disperazione, delusione e depressione. E gli UAV verranno utilizzati per questo scopo, secondo Mykhailo Samus, vicedirettore del Centro di ricerca sull’esercito, sulla conversione e sul disarmo per gli affari internazionali. Per sopravvivere agli attacchi invernali, l’Ucraina può essere aiutata non solo rafforzando la difesa aerea, ma anche comprendendo da parte dell’Occidente che è necessario compiere sforzi per sopprimere congiuntamente sia l’Iran che la Russia dal punto di vista della produzione di mezzi di attacco contro Ucraina, notano gli esperti di armi.

La difesa aerea dell’Ucraina è pronta per l’inverno?

Secondo l’intelligence ucraina e britannica, la Russia sta accumulando missili e droni per attaccare nuovamente le infrastrutture critiche in Ucraina quest’inverno. La Direzione Principale dell’Intelligence del Ministero della Difesa ha più volte sottolineato che nel periodo autunno-inverno la Russia intende attaccare le infrastrutture critiche dell’Ucraina, in particolare il sistema energetico.

Secondo il rapporto del Ministero della Difesa della Federazione Russa, massicci attacchi missilistici, come è avvenuto lo scorso ottobre, novembre, dicembre, quando la Federazione Russa ha lanciato 70-100 unità contemporaneamente in tutta l’Ucraina, molto probabilmente lo faremo non vedere questa stagione. L’aeronautica pensava che i russi avrebbero fatto ancora una volta affidamento sui droni d’attacco Shahed.

“Penso che proveranno a mirare ovunque. La questione è se avranno mezzi sufficienti. Perché abbiamo visto quanti degli stessi missili sono stati annunciati ora. Se ne hanno circa 600, sono solo ad alta precisione, a lunga durata. gamma, quelli moderni”, ha detto il portavoce dell’Aeronautica delle Forze Armate dell’Ucraina Yuriy Ignat.

Allo stesso tempo, ha ricordato che i russi hanno ancora le vecchie armi sovietiche. E il rappresentante della direzione principale dell’intelligence del Ministero della difesa dell’Ucraina, Vadym Skibitsky, ha osservato che nel periodo autunno-inverno la Russia intende attaccare le infrastrutture critiche dell’Ucraina, in particolare il sistema energetico.

Skibitsky ha osservato che a questo scopo i russi stanno accumulando armi ed effettuando ricognizioni per identificare gli oggetti prioritari sul territorio dell’Ucraina. Secondo lui, la Russia cercherà di oscurare l’Ucraina. La Russia, non avendo riportato vittorie significative sul campo di battaglia, ha cambiato tattica nei confronti del terrore del popolo ucraino. L’obiettivo del nemico è distruggere le strutture energetiche del paese in modo che i cittadini congelino nelle loro case.

I russi attaccheranno nuovamente il sistema energetico. / © Associated Press
I russi attaccheranno nuovamente il sistema energetico / Foto: Associated Press

L’Ucraina è pronta per la stagione del riscaldamento?

In generale, l’Ucraina è pronta all’80% per la prossima stagione di riscaldamento, sono stati accumulati abbastanza gas e carbone e la maggior parte degli impianti energetici danneggiati sono stati ripristinati. “La preparazione per l’inverno è in generale di circa l’80%. Stiamo sviluppando la possibilità di esportare importazioni (elettricità – ndr) con l’Unione Europea, anche questa è una riserva”, ha detto il primo ministro Denys Shmyhal.

Inoltre, Shmygal ha detto che dopo il massiccio bombardamento russo dello scorso inverno, la maggior parte degli impianti energetici sono già stati ripristinati. “Abbiamo eseguito quasi l’80% dei lavori di ripristino delle reti e delle sottostazioni. Le sottostazioni ad alta tensione sono state riportate al livello precedente gli attacchi terroristici. Abbiamo anche completato circa l’80% della produzione di calore”, ha affermato il primo ministro.

Secondo gli esperti, la più grande minaccia di congelamento e di stare al buio in inverno incombe su due grandi città: Odessa e Kiev. Queste due regioni, in primo luogo, richiedono molta energia. E, in secondo luogo, sono assolutamente carenti dal punto di vista della capacità di generazione. Inoltre, la situazione con la fornitura di energia elettrica sarà piuttosto tesa a Zaporizhzhia, Zhytomyr, Kropyvnytskyi e Kremenchuk. Tuttavia, è ovvio che anche le regioni in prima linea: Kharkiv, Sumy, Chernihiv, Kherson, Mykolaiv, Zaporizhzhia saranno al massimo rischio.

La polizia sta ampliando l’area di ricerca. Ufficiosamente: è stato trovato uno zaino. Potrebbe appartenere a Grzegorz Borys

Le prime pagine dei media mondiali continuano a scrivere della guerra della Russia in Ucraina 

“Putin ha cambiato tattica nella guerra contro l’Ucraina, l’inverno è la sua ultima speranza” – questo era il titolo di un articolo del Times. Secondo l’articolo, l’inverno che si avvicina è in realtà l’ultima speranza, “l’arma” del capo del Cremlino per sconfiggere l’Ucraina.

“Vladimir Putin probabilmente cercherà di continuare le operazioni militari in Ucraina per mantenere i territori temporaneamente occupati, conquistare nuove terre e creare le condizioni per il ritiro del sostegno occidentale all’Ucraina, cosa che potrebbe avvenire quest’inverno”, hanno scritto gli analisti dell’ISW.

Oltre al ricatto energetico, un’altra leva di pressione della Russia è la minaccia dell’uso di armi nucleari. Secondo gli analisti dell’ISW è “possibile, ma improbabile” che il Cremlino ricorra ad una simile escalation. Se solo l’esercito russo non crollasse all’improvviso, ciò consentirebbe alle forze armate di avanzare incontrollate attraverso l’intero territorio delle ostilità. 

Gli occupanti vogliono far precipitare l’Ucraina nel blackout. / © Associated Press
Gli occupanti vogliono far precipitare l’Ucraina nel blackout. Foto: Associated Press

L’inverno sta arrivando in Ucraina, ma Kiev sta adattando le sue tattiche di guerra, utilizzando piccoli gruppi di fanteria mobile per sondare le difese fortificate russe. Questo è affermato nel materiale della CNN.

“L’anno scorso, gli attacchi missilistici russi hanno danneggiato o distrutto circa due terzi degli impianti energetici dell’Ucraina, ma non sono riusciti a spezzare la determinazione dei cittadini. La serie di attacchi di questo mese suggerisce che una ripetizione della campagna è inevitabile”, notano i giornalisti. Ma proprio mentre cercano di indebolire la difesa aerea russa, gli ucraini hanno fatto progressi nel migliorare la propria.

Con l’avvicinarsi dell’inverno, l’enfasi nell’aiutare l’Ucraina si sposta nuovamente sul rafforzamento della difesa aerea. La Federazione Russa potrebbe preparare una nuova campagna di attacchi missilistici e UAV per minare la capacità di combattimento di Kiev. Lo  riporta  il quotidiano The Economist. Secondo Douglas Berry, esperto dell’aeronautica del think tank dell’Istituto internazionale di studi strategici, nel 2023 la domanda sarà cosa finirà prima: missili e UAV russi o missili antimissili e generatori ucraini.

Ricordando l’ottobre 2022, il think tank del Consiglio Atlantico avverte a sua volta: “Nonostante l’Ucraina sia meglio preparata rispetto allo scorso anno e abbia il sostegno internazionale, una serie di attacchi russi ben mirati potrebbe ancora potenzialmente far precipitare il paese nel caos energetico e causare una crisi umanitaria”.  

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles