2.5 C
Rome
martedì, Aprile 16, 2024

Generale estone: le trattative sulle truppe occidentali in Ucraina sono un segnale per Mosca

Generale estone: le trattative sulle truppe occidentali in Ucraina sono un segnale per Mosca. La discussione dei leader europei sulla possibilità di inviare truppe di terra occidentali

Putin dovrebbe ricevere un segnale forte in vista delle trattative sul possibile dispiegamento di truppe NATO in Ucraina. Generale estone: le trattative sulle truppe occidentali in Ucraina sono un segnale per Mosca. La discussione dei leader europei sulla possibilità di inviare truppe di terra occidentali in Ucraina è un segnale per la Russia. Questa opinione è stata espressa dal maggiore generale di riserva estone Neeme Viali, scrive  ERR .

“Da un lato, questo è un buon messaggio per gli europei, che si stanno abituando a questa guerra. Ma dall’altro, è sicuramente un segnale alla Russia che l’Europa è pronta a continuare ad aiutare l’Ucraina e a dare il suo contributo”, ha affermato Vyali. disse.

Secondo lui, i paesi europei hanno la possibilità di inviare le loro truppe per aiutare l’Ucraina, ma la questione è se ciò abbia senso. Secondo la valutazione del generale, l’Ucraina dispone di risorse umane sufficienti e ci si aspetta l’aiuto dell’Europa principalmente sotto forma di armi e attrezzature. “Oggi non si tratta del fatto che all’Ucraina mancano soldati, ma del fatto che ha bisogno di più attrezzature e armi”, ha sottolineato Viali.

Le truppe NATO possono essere inviate in Ucraina

L’Occidente ha improvvisamente cominciato a parlare  della possibilità di inviare truppe della NATO in Ucraina . Questa domanda appare di tanto in tanto nello spazio informazioni. Ma il 26 febbraio, durante un incontro a Parigi dopo la conclusione della conferenza sul sostegno all’Ucraina, il presidente francese  Emmanuel Macron  non ha escluso che in futuro l’introduzione delle truppe occidentali in Ucraina sia uno scenario molto reale. “Ma in questa vicenda non è da escludere nulla per il futuro. Faremo tutto il possibile per impedire alla Russia di vincere questa guerra”, ha detto.

Successivamente, il ministro degli Esteri francese Stephane Sejournay ha chiarito le parole del presidente Macron e ha spiegato che le truppe dei paesi occidentali, in caso di un teorico dispiegamento in Ucraina, non parteciperanno alle ostilità, ma potrebbero essere coinvolte nello sminamento, nella difesa informatica, nella produzione in loco di armi, ecc.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles