2.5 C
Rome
martedì, Aprile 16, 2024

I russi stanno distruggendo le città ucraine. Vogliono trasformare tutto in rovina

I russi stanno distruggendo le città ucraine. Vogliono trasformare tutto in rovina. Alcune città e villaggi sono quasi scomparsi a causa delle azioni aggressive del Cremlino.

I russi stanno distruggendo case, monumenti, chiese, musei e intere città in Ucraina. Alcune città e villaggi sono quasi scomparsi a causa delle azioni aggressive del Cremlino. Le tracce della guerra sono ferite aperte che feriscono ogni ucraino e non guariranno così rapidamente.

Non ci sono città nell’Ucraina orientale che non abbiano sofferto a causa dell’aggressione militare russa. Ma ci sono città che sono distrutte almeno al 70-80%. Mariupol, Volnovakha, Rubizhne, Popasna, Lyman e Severodonetsk furono quasi completamente rovinate. Anche la situazione nell’Oblast di Kherson è difficile. Alcune città negli oblast di Mykolaiv e Zaporizhia hanno subito danni significativi. A Kharkov si sentono bombardamenti quasi ogni giorno durante i due anni di invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia. Anche una parte del quartiere Piwniczna Saltivka della città è stata completamente distrutta.

I russi stanno distruggendo i monumenti ucraini. Centinaia di chiese, musei e monumenti in rovina 

Le truppe russe stanno distruggendo monumenti importanti per gli ucraini in quasi ogni regione. Chiese ortodosse, musei, architettura monumentale, monumenti archeologici: le autorità di Kiev calcolano le perdite. Nel luglio 2023 , il Ministero della Cultura dell’Ucraina  ha riferito che a seguito degli attacchi russi dal 24 febbraio 2022, 664 oggetti del patrimonio culturale sono stati distrutti o danneggiati. Il quadro completo della distruzione dei beni culturali sarà però visibile dopo la fine della guerra, in particolare dopo la riconquista delle zone occupate e lo sminamento.

La Polonia è un leader mondiale. Le risorse di una materia prima valgono 127 miliardi di dollari

Tra i monumenti danneggiati dalle truppe russe ricordiamo la chiesa di S. Nicola, costruita nel 1797 a Bakhmut, la Chiesa dell’Esaltazione della Santa Croce, costruita nel 1771 nel villaggio di Berezdivce, nella regione di Lviv, una palestra centenaria a Lysychansk e molti altri. 

Svatogorsk Lavra in fiamme

Swietogórska Lavra in fiamme  foto. Twitter / Mykhajło Podolak

Svetogorsk Lavra nell’oblast di Donetsk ha ospitato centinaia di residenti nel 2022. I russi bombardarono ripetutamente la Lavra, distrussero la Cattedrale dei Santi Martiri e, a seguito del bombardamento, anche la Chiesa di Tutti i Santi prese fuoco. Vale la pena notare che i russi non si sono scoraggiati nemmeno per il fatto che la Lavra apparteneva alla Chiesa ortodossa del Patriarcato di Mosca ed è uno dei luoghi più sacri di questa chiesa.

Chiesa di S. George nel villaggio di Zaworichi fu costruito nel 1873. Era un tempio di legno a cupola singola. Il 7 marzo 2022 i russi hanno distrutto questo monumento architettonico con un colpo di artiglieria. Il proiettile colpì la cupola della chiesa di S. George, e gli occupanti hanno sparato con una mitragliatrice contro il recinto del cortile della chiesa.

Chiesa di S.  George nella regione di KievChiesa di S. George nella regione di Kiev  Ministero della Cultura e della Politica dell’Informazione dell’Ucraina

Queste città quasi non esistono più. La Russia li ha distrutti

Una delle città più distrutte in Ucraina a seguito dell’invasione delle truppe russe è Avdiivka . La città si trova a 13 chilometri da Donetsk occupata dai russi. La lotta attiva e continua per Avdiivka va avanti dal 2014. Tuttavia, gli abitanti cercarono di vivere lì come prima della guerra. Nel 2019 vi vivevano oltre 32.000 persone. persone. Nel febbraio 2024, prima che la città fosse occupata dai russi, vivevano lì solo 926 persone. Le autorità ucraine hanno riferito che le persone lasciavano sole, ma con molta riluttanza, 3-4 persone al giorno. Le truppe russe distrussero la città, utilizzando ogni arma disponibile,  compreso il fosforo.

AvdiivkaAvdiivka  FOTO: ANATOLIA STEPANOV/AFP/EAST NEWS

I russi hanno quasi completamente distrutto le infrastrutture della città di Volnovakha nell’oblast di Donetsk. Lo hanno annunciato le autorità dell’amministrazione militare regionale di Donetsk nel marzo 2022. Prima dell’invasione, nella città e nei villaggi vicino a Volnovakhi vivevano quasi 100.000 persone. abitanti, la maggior parte fu evacuata. Dal marzo 2022 la città è occupata dalle truppe russe. I russi lo catturarono dopo la distruzione quasi completa. Ma non è stata la prima volta che la città ha subito l’aggressione russa, poiché già nel 2014 vi si sono svolti pesanti combattimenti che hanno provocato la morte di numerosi soldati.

Mariupol è diventata una delle città simbolo dell’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia. Dopo il 2014, dopo l’occupazione di alcune città del Donbass, un gran numero di residenti si è trasferito lì. La città si stava sviluppando attivamente, non era solo un potente porto e una città industriale, ma anche un luogo di cura. La distruzione derivante dai combattimenti attivi nel 2022 è enorme. Il 90% dei blocchi e il 60%. le case private non possono essere ricostruite, il 50% di esse è stato distrutto. infrastrutture urbane e il 70%. infrastrutture mediche e in città sono rimaste 100.000 persone su mezzo milione di abitanti. 

Mariupol distruttaFoto di Mariupol distrutta  : Facebook.com/Wołodymyr Zełenski

Prima dell’invasione su vasta scala,  Bakhmut era considerata il centro dell’industria del sale ucraina e un importante nodo ferroviario. A Bakhmut operava la fabbrica di vino champagne Artemov, che produceva vino spumante conosciuto in tutta l’Ucraina. Ora è difficile associare questa città al vino. Una volta iniziata l’invasione su vasta scala, lì ebbero luogo alcune delle battaglie più feroci. Per catturare la città, la Russia vi schierò grandi gruppi di mercenari del Gruppo Wagner. Durante i combattimenti per Bakhmut nel 2022 e nel 2023, l’80% della città fu distrutta.

Guerra in Ucraina.  Bakhmut, distrutta dagli aggressori russi.  Ucraina, 27 settembre 2023

Guerra in Ucraina. Bakhmut, distrutta dagli aggressori russi. Ucraina, 27 settembre 2023.  Foto. Libkos/Getty Images

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles