19.3 C
Rome
mercoledì, Giugno 12, 2024

Internet è in delirio. Offrono… Un appartamento senza porta

Internet è in delirio. Offrono… Un appartamento senza porta. Si trattava della vendita di un micro-monolocale con una superficie di soli 10 mq.

Internet è in delirio. Offrono… Un’offerta è apparsa su uno dei portali di vendita immobiliare ed è diventata rapidamente oggetto di accese discussioni su Internet. Si trattava della vendita di un micro-monolocale con una superficie di soli 10 mq. Ma non era questa la caratteristica del minuscolo appartamento situato nel quartiere Kabaty di Varsavia che si è rivelato controverso per alcuni

L’attenzione degli utenti di Internet è stata attirata non solo dalla piccola area dell’appartamento, ma anche dall’importo richiesto dal venditore. Il prezzo di questo locale estremamente piccolo è stato fissato a 210.000 PLN. Il che, tenendo conto dei prezzi medi degli immobili in questa località, si traduce in un importo compreso tra 18.000 e 25.000 PLN al metro quadrato. Molte persone pensano che questa cifra sia astronomica, ma spesso i microappartamenti vengono venduti a questo prezzo. 

Un appartamento senza porta? Ecco come ci si entra. Inoltre, questo appartamento ha suscitato interesse non solo per il suo prezzo e le dimensioni miniaturizzate, ma anche per la sua caratteristica insolita: la mancanza di una porta d’ingresso tradizionale. I potenziali acquirenti che vogliono entrare devono utilizzare l’ingresso situato direttamente nel cortile chiuso, che è una soluzione non convenzionale e può sollevare alcune preoccupazioni in termini di privacy e sicurezza.

Questa offerta è stata ampiamente commentata su un popolare social network, dove gli utenti non hanno usato mezzi termini di critica. Queste affermazioni ruotavano attorno all’affermazione che la pubblicità di spazi così piccoli come gli appartamenti dovrebbe essere vietata e che la presenza anche di un letto al loro interno dovrebbe essere trattata come una violazione degli standard abitativi. Molti commenti hanno sottolineato che gli appartamenti con una superficie inferiore a 25 metri quadrati non dovrebbero essere offerti sul mercato come spazi abitativi, suggerendo che tali “gabbie” potrebbero influire negativamente sulla salute mentale dei loro abitanti.

I russi hanno colpito il Dnipro con i droni: in città sono stati tagliati l’elettricità e il riscaldamento

Non sono ammessi appartamenti più piccoli. Questa situazione fa luce sulla questione più ampia della disponibilità e della qualità degli alloggi nelle grandi città come Varsavia. Gli alti prezzi degli immobili e la crescente domanda di posti in cui vivere fanno sì che il mercato sia dominato da soluzioni sempre più creative, che però non sempre vanno di pari passo con il comfort e il tenore di vita dei residenti. Il micro-studio di Kabaty diventa non solo un esempio di utilizzo estremo dello spazio abitativo, ma anche un simbolo di sfide più ampie che devono affrontare il mercato immobiliare e la politica abitativa.

Dal 2023 c’è il divieto ufficiale di vendita di appartamenti inferiori a 25 metri quadrati. Questo passo mirava a contrastare la pratica nota come “pato-sviluppo”, che prevede la creazione di micro-appartamenti che non garantiscono condizioni di vita adeguate. 

L’allora ministro dello Sviluppo e della Tecnologia, Waldemar Buda, sottolineò che le nuove norme dovevano essere una risposta alla necessità di garantire condizioni di vita dignitose e di proteggere i futuri acquirenti dalle pratiche sleali nel mercato dello sviluppo. I locali però sono disponibili perché formalmente non si chiamano appartamenti ma, ad esempio, unità di investimento. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles