13.5 C
Rome
martedì, Marzo 5, 2024

L’Agenzia per la Sicurezza Interna è entrata nelle case degli attivisti anti-sistema. Avrebbero dovuto pianificare un colpo di stato

L’Agenzia per la Sicurezza Interna è entrata nelle case degli attivisti anti-sistema. Avrebbero dovuto pianificare un colpo di stato

Giovedì (11 gennaio), gli agenti dell’Agenzia per la sicurezza interna sono entrati nelle case di almeno sei persone associate al movimento anti-sistema e anti-vaccinazione – riferisce OKO.press. Si sospetta che stessero pianificando un colpo di stato. Donald Tusk si è già espresso in merito. Ha sottolineato i loro collegamenti con la Russia. – Abbiamo attività dell’Agenzia per la Sicurezza Interna legate all’attività dei gruppi di destra radicale filo-russi in Polonia – ha detto il capo del governo.

L’Agenzia per la Sicurezza Interna è entrata nelle case delle persone associate ai movimenti anti-sistema e anti-vaccinazione. Gli agenti potevano perquisire da sei a nove locali. Sebbene i membri del gruppo citato non siano stati arrestati, il loro equipaggiamento è stato confiscato. Il caso viene gestito dal Servizio di controspionaggio militare insieme all’Agenzia per la sicurezza interna , poiché nell’azione dovrebbero essere coinvolti anche soldati dell’esercito polacco. 

Attivisti anti-sistema sotto la supervisione dell’Agenzia per la sicurezza interna. Stavano pianificando un colpo di stato?

Il caso è gestito dal Dipartimento per gli Affari Militari dell’Ufficio del Procuratore Distrettuale di Varsavia. Secondo accertamenti non ufficiali di OKO.Press, le accuse riguardano: incitamento all’omicidio di uno dei generali, partecipazione alle attività dei servizi segreti stranieri, incitamento ai soldati dell’esercito polacco a rifiutarsi di svolgere compiti ufficiali, incitamento all’uso di minacce illegali in per costringere il comando delle forze armate polacche ad abbandonare le attività commerciali. L’accusa più grave riguarda “i preparativi per privare l’indipendenza, separare parte del territorio o modificare il sistema costituzionale della Repubblica di Polonia”. 

I servizi hanno perquisito gli appartamenti di diversi membri dell’associazione, nata per contrastare l’incoraggiamento alla vaccinazione dei soldati contro il Covid-19. Il suo fondatore è lui stesso un ex soldato professionista e ufficiale con il grado di tenente. Al momento l’Agenzia per la Sicurezza Interna non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale in merito. 

Erano ricercati in tutta Europa. Sono stati fermati dai “cacciatori di ombre”. Questi teppisti sono di Radom? (Video)

L’operato degli agenti è stato criticato da Justyna Socha, leader del movimento anti-vaccinazione e dell’associazione STOP NOP. “ABW fa irruzione con armi lunghe contro gli attivisti in presenza dei loro figli per difendersi dall’essere costretti a vaccinare i servizi in uniforme e coloro che collaborano con l’Associazione. Vergogna!” – ha scritto su X. 

Donald Tusk conferma l’indagine dell’ABW. Parla dell’influenza russa

Anche il capo del governo si è espresso sulla questione. Venerdì 12 gennaio , durante un’intervista a TVP , TVN e Polsat, ha commentato le attività dell’Agenzia per la Sicurezza Interna . Ha confermato che tali attività vengono svolte. Ha anche detto che l’associazione i cui membri sono stati perquisiti ha legami con Mosca. – Abbiamo attività dell’Agenzia per la Sicurezza Interna legate all’attività dei gruppi di destra radicale filo-russi in Polonia. Sono iniziate azioni contro gruppi organizzati che hanno tentato di infiltrarsi anche nella polizia e nell’esercito. Il loro carattere politico filo-russo è fuori dubbio, ha affermato Donald Tusk. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles