13.5 C
Rome
martedì, Marzo 5, 2024

Massicci attacchi missilistici e bombardamenti: l’intelligence estone ha fatto una previsione allarmante sulla guerra in Ucraina

Massicci attacchi missilistici e bombardamenti: l’intelligence estone ha fatto una previsione allarmante sulla guerra in Ucraina

Lo stato aggressore produce più munizioni di quante ne utilizza. Massicci attacchi missilistici e bombardamenti L’esercito di occupazione russo continuerà a lanciare massicci attacchi missilistici contro l’Ucraina. Inoltre, aumenterà il numero degli sbarramenti di artiglieria nemica, poiché la Federazione Russa produce più munizioni di quante ne consuma. Lo ha affermato il capo del centro di intelligence delle forze di difesa estoni, Ants Kiviselg, durante la conferenza stampa, riferisce ERR .

A proposito degli scioperi russi

Il capo dell’intelligence estone ha osservato che nelle ultime settimane la parte russa ha utilizzato attivamente bombardieri a lungo raggio e missili Kalibr per i suoi attacchi.  Inoltre, ha osservato che non è un caso che i russi scelgano gli aeroporti come bersagli per gli attacchi. Secondo Kiviselg ciò dimostra che i russi ritengono pericoloso che l’Ucraina utilizzi l’F-16. 

La “Protesta dei Polacchi Liberi” ha suscitato una valanga di commenti. “Non sono sacre”, “perché raccontare queste favole?”

Ha anche osservato che la tattica delle truppe russe, come prima, mira a esaurire le riserve dei sistemi di difesa aerea dell’Ucraina. Ants Kiviselg prevede attacchi più massicci dalla Russia.  Secondo lui, lo Stato aggressore produce più munizioni di quante ne utilizza. Secondo Kiviselg, la parte russa lancia 10.000 proiettili al giorno contro l’Ucraina e le forze armate ucraine 2000 proiettili contro il nemico.

Sulla situazione al fronte

Il capo dell’intelligence estone ha osservato che la destinazione principale delle truppe russe è la città di Avdiivka. Ha ipotizzato che, molto probabilmente, si tenterà di catturare o distruggere le rotte di rifornimento delle forze armate che portano ad Avdiivka. Gli occupanti sperano che ciò costringa i difensori della città ad arrendersi o a ritirarsi verso ovest, consentendo alle forze russe di occupare la città.

Secondo lui, il movimento di entrambe le parti in prima linea non è molto veloce, poiché le manovre sono ostacolate dai campi minati e dal freddo. “Le nevicate limitano l’uso efficace dei droni, le unità corazzate vengono trincerate e usate come artiglieria e, a causa del ghiaccio, per spostarsi verso le posizioni vengono utilizzati solo veicoli cingolati”, ha affermato Kiviselg.

Egli ha anche osservato che la testa di ponte delle Forze armate ucraine sul Dnipro regge, anche se è costantemente sotto il fuoco da posizioni chiuse ed è soggetta agli attacchi delle unità di fanteria. Vi ricordiamo che le forze ucraine che operano sulla riva sinistra del Dnepr nella regione di Kherson utilizzano attivamente veicoli aerei senza pilota (FPV) dotati di munizioni. Insieme all’artiglieria, i droni sferrano colpi potenti alle truppe russe.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles