29.8 C
Rome
mercoledì, Giugno 19, 2024

Dramma all’università di Praga. 15 persone morte. Studente sui “proiettili a terra”

Dramma all’università di Praga. 15 persone morte. Studente sui “proiettili a terra”. Sono sorpreso che ciò sia accaduto nella Repubblica Ceca

Dramma all’università di Praga. – Da quando sono qui, situazioni del genere non si sono mai verificate. Sono sorpreso che ciò sia accaduto nella Repubblica Ceca – riferisce Eryk Kielak, giornalista di Gazeta.pl che studia all’università di Praga dove è avvenuta la sparatoria.Giovedì 21 dicembre c’è stata una sparatoria nella Facoltà di Lettere dell’Università Carolina di Praga. In seguito all’incidente sono morte almeno 15 persone e 24 sono rimaste ferite. “L’assassino è stato eliminato”, ha riferito la polizia ceca sul portale X. Sul portale novinky.cz ha riferito che l’aggressore si è suicidato. Il nostro giornalista Eryk Kielak, che studia nella capitale ceca, ci ha raccontato cosa è successo quel giorno.

Sparatoria in un’università di Praga, Repubblica Ceca. “Proiettili a terra”

Eryk normalmente frequenta le lezioni nella facoltà in cui è avvenuta la sparatoria, ma giovedì non era programmato che tenesse una conferenza in quell’edificio. Come ha riferito, alcuni dei suoi amici erano diretti all’università quando è avvenuto il dramma, altri erano all’interno dell’edificio.

– L’università ha immediatamente inviato informazioni a tutti gli studenti e ai dipendenti informandoli che era avvenuto un attentato, ma anche dicendo loro di non lasciare l’edificio se si trovavano nelle vicinanze – racconta il giornalista. Come ha detto, uno dei suoi amici era alla facoltà in quel momento. – L’aggressore era al quarto piano. Il mio amico stava salendo le scale verso di lui. In quel momento, un altro amico è scappato e gli ha detto che c’era stata una sparatoria, aveva visto dei proiettili per terra e che doveva credergli sulla parola. La reazione è stata rapida, si sono barricati in una delle stanze con diversi mobili e hanno aspettato lì, riferisce Eryk Kielak. 

Attacco hacker ad ALAB. È molto peggio di quanto potessimo ,immaginare. Altri dati sono trapelati

Nel corso del tempo, gli studenti furono trasferiti sotto il controllo della polizia al Rudolfinum, un edificio vicino. Lì, la polizia ha fornito loro aiuto, compreso supporto psicologico. L’università ha anche creato un numero verde speciale per le persone che in qualsiasi modo sono state colpite dalla tragedia. Per decisione delle autorità universitarie, nei prossimi giorni le lezioni in alcune facoltà dell’Università Carolina saranno cancellate.

Come ci ha detto il giornalista, l’aggressore era uno studente universitario, Dawid K. Secondo informazioni non ufficiali, l’uomo avrebbe tenuto un profilo su Telegram in russo, una specie di diario in cui scriveva come avrebbe commesso un attacco contro l’Università. Lo studente avrebbe scritto, tra le altre cose, che “odia la società” e “le persone sono creature”. – Da quando sono qui, situazioni del genere non si sono mai verificate. Sono sorpreso che ciò sia accaduto nella Repubblica Ceca, ha concluso Eryk. 

Primo Ministro ceco: Non ci sono scuse per questo atto

Il presidente ceco Petr Pavel si è detto scioccato dalla tragedia di giovedì. “Vorrei esprimere il mio profondo rammarico e le mie sincere condoglianze alle famiglie e ai cari delle vittime della sparatoria”, ha scritto il presidente ceco sui social media. Sull’argomento è intervenuto anche il primo ministro Petr Fiala, che ha condannato la sparatoria ed espresso le sue condoglianze alle famiglie in lutto. “Non c’è alcuna giustificazione per questo atto”, ha detto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles