20.6 C
Rome
sabato, Giugno 15, 2024

È morto un autista ucraino di 38 anni. Stava aspettando in fila alla frontiera

È morto un autista ucraino di 38 anni. Stava aspettando in fila alla frontiera. L’informazione è stata confermata dalla polizia polacca.

Sabato un autista ucraino è morto mentre aspettava in fila al valico di frontiera di Korczowa. L’informazione è stata confermata dalla polizia polacca. Un uomo di 38 anni è morto dopo essere stato portato in ospedale. L’agenzia di stampa polacca ha riferito che l’autista 38enne è arrivato sabato e si è registrato nella coda dei camionisti in attesa alla dogana a Korczowa. – L’uomo si è avvicinato ad un funzionario dell’Ispettorato dei trasporti stradali e ha detto che si sentiva male.

Ha chiesto di chiamare un’ambulanza – ha detto l’assistente a PAP. personale. Anna Długosz della polizia di Jarosław. L’autista è stato portato all’ospedale di Przemyśl, dove è morto. Come riportato dal portale ucraino Suspline, la morte del pilota ucraino è stata confermata anche da Volodymyr Balin, vicepresidente dell’Associazione dei trasportatori internazionali di automobili.

La polizia è scomparsa dalla casa di Jarosław Kaczyński. Il nuovo capo del Ministero dell’Interno e dell’Amministrazione: torneranno al lavoro vero

Un conducente di 38 anni è morto al confine polacco-ucraino. Questo è un altro caso simile

Questo è il secondo caso di morte di un conducente ucraino alla frontiera confermato dalla polizia polacca. L’11 novembre si è verificata una tragedia anche nei pressi del valico Dorohusk-Jahodyn. Il conducente, 54enne, è poi deceduto. Alla fine di novembre sono apparse anche informazioni sulla morte di un autista ucraino, ma la polizia l’ha smentita.  Sabato la PAP ha riferito che 750 automobili sono state registrate per lo sdoganamento prima del valico di frontiera a Korczowa. 

Protesta dei vettori al confine con l’Ucraina

La protesta al confine polacco-ucraino è iniziata il 6 novembre. vettori polacchi hanno bloccato le partenze dei camion ucraini per esprimere la loro opposizione alle “operazioni di trasporto incontrollate” dall’Ucraina. Lunedì il sindaco del comune di Dorohusk, Wojciech Sawa, ha risolto la protesta dei trasportatori che durava dall’inizio di novembre al confine polacco-ucraino di Dorohusk.

Mercoledì non ha acconsentito alla continuazione della protesta dei vettori nello stesso luogo dal 18 dicembre 2023 all’8 marzo 2024. Ha spiegato questa decisione, tra le altre cose, con il fatto che un raduno così lungo potrebbe moltiplicare gli effetti negativi delle manifestazioni precedenti, tra cui: ridurre il commercio di beni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles