13.5 C
Rome
martedì, Marzo 5, 2024

L’antisemitismo del monarchico Braun. “Pensa seriamente che gli ebrei stiano prendendo di mira i polacchi”

L’antisemitismo del monarchico Braun. “Pensa seriamente che gli ebrei stiano prendendo di mira i polacchi”

L’antisemitismo del monarchico Braun.  Lo “Stato situato in Palestina” crea un centro di comando in un bunker vicino a Baranów, ma in realtà tutta la Polonia è un “condominio tedesco-russo sotto la fiducia ebraica”. Questi pensieri, tra gli altri, frullano da anni nella testa di Grzegorz Braun. – Il suo antisemitismo è multivettoriale. Egli pensa seriamente che gli ebrei stiano prendendo di mira i polacchi, afferma su Gazeta.pl Krzysztof Łuksza, pubblicista già associato all’estrema destra.

– Un simile investimento rappresenterà una grande eredità sotto due aspetti. In termini di mantenimento della segretezza, nessuno di noi andrà lì perché si sta investendo nell’aeroporto, quindi questioni segrete e requisiti di sicurezza. E due: puoi versare qualsiasi quantità di cemento nel terreno – dice Grzegorz Braun. È aprile 2018. La Confederazione non esiste ancora, così come il partito di Braun, la Confederazione della Corona Polacca. Il documentarista di estrema destra, non ancora deputato, rilascia un’intervista al canale eMisjaTV.

La piattaforma è famosa per la promozione dei radicali. Braun spiega inoltre: – Scommetto che è lì – Stanisławów-Baranów – che questa è la zona dove è stata scelta, scelta e accettata la posizione del bunker di comando alternativo dai servizi di sicurezza verdi e blu dello stato situato in Palestina. Alcune importanti risorse militari e politiche dello Stato situate in Palestina devono essere trasferite e dispiegate lì.

“Uno stato situato in Palestina”

Traducendo in polacco: il centro di comando israeliano viene costruito segretamente sotto il porto di comunicazione centrale. Solo che Braun non dice mai quella parola. Parla costantemente di “uno stato situato in Palestina”. Nella stessa intervista, il cineasta ammette di aver creato una “finzione politica”, ma il racconto continua: – Solleverò un punto interrogativo: non era possibile che tali questioni portassero qui i capi di tutti i servizi dello Stato? situato in Palestina con il pretesto della Marcia dei Vivi? 

Braun viene da Toruń, ma ha trascorso la sua giovinezza a Breslavia. Nella capitale della Bassa Slesia è stato coinvolto in attività di opposizione. Dall’Enciclopedia della Solidarietà apprendiamo che ha co-organizzato le prime azioni dell’Alternativa Arancione, per le quali è stato arrestato più volte. Ha partecipato a scioperi studenteschi, picchetti e manifestazioni co-organizzate (“spesso individuali”). Dopo il 1989 ha lavorato per il trimestrale “Fronda” e per Radio Opole. Successivamente si è concentrato sulla sua carriera di regista.

Intervista a Lech Walesa

Ha realizzato diverse produzioni di destra molto conosciute e apprezzate: “Parata dei vincitori”, “Marcia dei liberatori”, “Compagno generale” e “Eugenetica – in nome del progresso”. Nel 2007 ha realizzato il film “Positive Pluses, Negative Pluses” su Lech Wałęsa e i suoi contatti con la polizia segreta comunista. La scena in cui Wałęsa rimprovera Braun è tratta da questo film. – Dov’eri mentre litigavo? Come puoi inventare qualcosa del genere? Questo dovrebbe essere una vergogna per te. Non so se vuoi spiegare qualcosa o provare qualcosa, se sei stato più forte di Wałęsa, – dice indignato il presidente al direttore, e alla fine straccia i documenti consegnati da Braun. – È una vergogna per me e per te che tu osi chiedermi una cosa del genere – dice. 

Dopo il 10 aprile 2010 Braun parla spesso nei media di destra del disastro di Smolensk (“attacco Varsavia-Smolensk”). Nel 2012, Braun è stato arrestato dalla polizia dopo aver preso d’assalto Powązki. Voleva documentare l’esumazione di una delle vittime del disastro di Smolensk.  – Dopo il disastro di Smolensk, Braun scoprì che dopo essere entrato nelle acque dei teorici della cospirazione, improvvisamente aveva riunioni, conferenze e un po’ di soldi da YouTube. Lui viene osservato e ascoltato, ha detto Przemysław Witkowski, ricercatore del radicalismo e dell’estrema destra, in un’intervista per Gazeta.pl quest’estate. 

Chiesa, scuola, poligono di tiro

Dopo le elezioni locali del 2014, Braun si è fatto strada nella Commissione elettorale nazionale. È intervenuta la polizia. Nel 2015, Braun si è candidato alla presidenza. Nella campagna elettorale il candidato ha cercato di far capire ai polacchi che vivono “in un condominio russo-tedesco sotto la tutela ebraica”. Braun ha presentato il suo programma con un breve slogan: Chiesa, scuola, poligono di tiro. Ha chiesto l’incoronazione di Gesù Cristo come re di Polonia. – Non credo nella democrazia perché la sua facciata è governata da mafie, servizi e logge. Sono un monarchico perché apprezzo la libertà e rispetto la tradizione, ha detto nel suo spot. Alle elezioni ha ottenuto lo 0,83%. voti.

In uno degli incontri dopo le elezioni, Braun ha parlato di come introdurre la monarchia in Polonia. Perché solo in una monarchia è possibile l’intronizzazione di Cristo. – La visione è che alla fine della Terza Guerra Mondiale, una colonna di veicoli corazzati si muove verso Cracovia da un bunker nella valle Chochołowska. I commando – come nel film americano “Black Hawk Down” – sono dotati di visori notturni e fucili. Prima avrebbero dovuto pregare come esempio, andare a scuola e al poligono di tiro. Ed entrano a Wawel perché il governo è caduto. La questione è se il vescovo è pronto o se è necessario portarlo nella cripta di S. Leonardo. I commando devono bussare al cancello. E avviene l’incoronazione – Casimiro il Restauratore III – disse Braun (citazione da “Gazeta Wyborcza”). 

Un 18enne polacco si è convertito all’Islam. Stava pianificando un attacco contro i poliziotti

“Qualcosa gli sta prendendo”

Parliamo di Braun con Krzysztof Łuksza, che in passato è stato legato all’ambiente confederale e ha collaborato con il canale di estrema destra wRealu24. Oggi è un pubblicista indipendente. Guarda questa parte della scena politica con occhio critico. – Ho incontrato Braun di persona. Ha due lati, può essere davvero affascinante. Ma quando viene fuori qualsiasi argomento legato all’ideologia, alla politica o alla religione, qualcosa scatta. Puoi quasi vedere la follia nei suoi occhi. Lo si può vedere nelle registrazioni e nelle foto dell’evento di martedì al Sejm – ci dice Łuksza.

L’editorialista ricorda come Braun si è presentata alla Fiera degli editori cattolici nel 2018. – Era incredibilmente gentile e aperto, disposto a parlare con le persone “della sua parrocchia”, sorrideva. Ad un certo punto qualcuno gli sussurrò che in uno degli stand c’erano delle pubblicazioni protestanti. Braun cambiò come se fosse stato colpito da un fulmine. Corse allo stand e fece storie su come potessero essere le pubblicazioni eretiche in fiera. Ha iniziato una rissa ed è andato anche dagli organizzatori, dice. 

Nel 2019 Braun si è candidato alle elezioni anticipate per la presidenza di Danzica. Ha ricevuto quasi il 12% dei voti, che gli hanno dato il 2° posto. Un risultato leggermente peggiore: 9%. – vinse due anni dopo le elezioni per il presidente di Rzeszów.

È stato Braun a fondare nel 2018 la Fondazione della Confederazione Gietrzwałd. I firmatari della legge sulla Confederazione di Gietrzwałd sottopongono la loro vita privata e pubblica al “governo di Cristo Re di Polonia e alla protezione della Sua Santissima Madre, la Regina della Corona Polacca”. Il testo sottolinea che il loro potere è compreso “in modo del tutto realistico, non solo simbolico”. “Chiediamo trasparenza e rispetto della legge nella vita pubblica – contro il potere segreto delle mafie politiche, dei servizi e delle logge”, si legge.

– L’antisemitismo di Braun è multivettoriale. Pensa seriamente che gli ebrei stiano prendendo di mira i polacchi. È convinto che, poiché gli israeliani hanno una situazione difficile in Medio Oriente, vogliono tornare in Europa e vogliono sottomettere i polacchi. D’altra parte, Braun ha mantenuto i contatti con un altro antisemita, Tomasz Gryguc, che appare online come Mr. Nessuno. Un personaggio eccezionalmente tossico, un uomo che in una delle sue registrazioni si è sorpreso del fatto che la Russia non avesse ancora colpito Kiev con una bomba atomica. Penso che il deputato della Confederazione abbia adottato alcune delle sue idee, dice Łuksza. 

Falsa pandemia e chip nei vaccini

Il carburante di Braun è stata la pandemia di coronavirus, secondo Braun opera di una cospirazione globale. Łuksza ricorda che in una delle interviste condotte con un politico, ha suggerito che ci fossero dei chip nei vaccini COVID-19. “Mi ha scioccato e ho deciso che non lo avrei più intervistato”, dice. 

Al Sejm Braun ha più volte promosso il libro intitolato “Falsa pandemia”. Divenne famoso anche per le numerose ispezioni parlamentari in materia. C’erano momenti in cui si comportava in modo aggressivo durante loro. – Spegnere le candele di Hanukkah con un estintore è una conseguenza naturale dell’impunità di Braun. Prima nessuno lo disturbava quando faceva storie durante i suoi pseudo-interventi o quando portava fuori l’albero di Natale dal tribunale. Se finora non gli hanno fatto nulla, perché dovrebbe trattenersi? – dice Krzysztof Łuksza. 

Mercoledì la Confederazione ha sospeso Grzegorz Braun dalla tessera del club. Si tratta di una punizione per l’incidente di martedì, quando Braun – utilizzando un estintore a polvere – ha spento le luci di Hanukkah nel Sejm. La Procura distrettuale di Varsavia ha avviato d’ufficio la procedura sugli eventi di ieri al Sejm con la partecipazione del deputato Braun. 

Dopo l’incidente, il presidente del Sejm, Szymon Hołownia, ha escluso Grzegorz Braun dalla sessione della Camera. Il politico è stato anche punito privandolo della metà del suo stipendio parlamentare per tre mesi e privandolo dell’intera indennità parlamentare per sei mesi. Braun è stato punito più volte durante la precedente legislatura del Sejm, principalmente per non aver rispettato le restrizioni legate al Covid-19. Come riportato su Gazeta.pl, le multe totali inflitte ammontano a oltre 270.000 PLN. zloty.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles