13.5 C
Rome
martedì, Marzo 5, 2024

“La sorella è stata frettolosamente ricoperta di terra per nascondere l’omicidio”: si indaga a Chernihiv sulla misteriosa morte di una giovane donna

“La sorella è stata frettolosamente ricoperta di terra per nascondere l’omicidio”: si indaga a Chernihiv sulla misteriosa morte di una giovane donna

I parenti sono convinti che la donna sia morta dopo essere stata picchiata da un civile. 16 aprile 2022 – Chernihiv sta appena iniziando a riprendersi dall’assedio dei terroristi russi, la città continua a perdere dozzine di vite a causa dei bombardamenti. Questa notte uno degli ospedali locali è stato informato della morte apparentemente insignificante della residente locale Victoria Leshchenko. 

Contenuto

  1. Quello che è successo
  2. “Ha minacciato di picchiare Vika.” Di chi è la colpa dei parenti?
  3. La polizia ha avviato un’indagine
  4. In Ucraina il problema della violenza domestica peggiora ogni anno

I medici definiscono la causa “malattia causata dall’HIV” e gli amici della donna riescono a scattare una foto del corpo dall’obitorio, che in seguito capovolgerà letteralmente la situazione. TSN.ua racconta la storia della morte di Victoria, che può portare in superficie l’inerzia di alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine, l’impunità dei criminali, e ancora una volta ci ricorda il problema della violenza domestica.Riproduci video

Quello che è successo

Abbiamo saputo della strana morte avvenuta a Chernihiv dai parenti del defunto. Si sono rivolti a noi perché erano sicuri che la polizia avrebbe “chiuso” il caso senza risolverlo. E in effetti, le forze dell’ordine e i medici all’inizio non hanno notato nulla di strano, ma gli amici e i parenti del defunto hanno lanciato l’allarme, nonostante questi ultimi si trovino dall’altra parte dell’oceano, negli Stati Uniti. Victoria e Volodymyr convivono in matrimonio civile dal 2021, e la notte del 16 aprile 2022 la donna muore improvvisamente, della morte viene informata sua cugina, Irina Short, che vive negli States.

“Ho ricevuto un messaggio da un compagno di scuola: “Non c’è età”. A quanto pare, il marito di diritto comune ha chiamato e ha detto che era morta durante la notte. Più tardi mi chiamò e mi disse che Vika era venuta da qualche parte, si era sdraiata, si era addormentata ed era morta,” ricorda Iryna. E dopo un po ‘, la famiglia Short ha inviato delle foto dall’obitorio, che i loro amici sono riusciti a scattare. Ci sono lividi e ferite sul corpo, la donna è mutilata, ma il rapporto sulla causa della morte non ne parla e Victoria viene frettolosamente sepolta.

Certificato sulla causa della morte / ©
Certificato di causa di morte

“Vedi, ho parlato con lei il giorno prima tramite collegamento video, l’ho vista, era assolutamente normale, non aveva lividi, né ferite”, dice Iryna Short. – Credo che il criminale e i suoi parenti abbiano contribuito al fatto che tutto è accaduto in modo tale che la conclusione non ne parlasse, che fosse stato coperto di terra in fretta per nascondere l’omicidio.” Un bambino di undici anni è rimasto senza madre.

“Ha minacciato di picchiare Vika.” Di chi è la colpa dei parenti?

I parenti sono convinti che si sia trattato di un omicidio e incolpano il marito di diritto comune Volodymyr P. (ndr – non riveliamo deliberatamente l’identità del sospettato, perché attualmente è sotto inchiesta). Secondo Irina, già durante il suo primo incontro con quest’uomo, sentiva che sua sorella avrebbe potuto finire nei guai: “Ho avuto un incidente con lui, era il 9 aprile 2021. Mi ha chiamato dal numero di mia sorella. Mi dice “Sono il marito di Vika”, anche se lei non mi ha parlato di lui… Ha iniziato a minacciarmi, a chiamare mio marito e a chiedermi soldi.”

Volodymyr P., a suo avviso, controllava eccessivamente la moglie di diritto comune, “lo si sentiva anche nelle conversazioni telefoniche”. Lo stesso è confermato da Grant Short, il marito di Iryna, che ci ha detto che Volodymyr ha inviato un video in cui picchiava Victoria e gli ha chiesto dei soldi “per fermare tutto ciò”. “Mi ha anche chiamato prima e ha chiesto soldi, minacciando di picchiare Vika. Più tardi quel giorno mi ha mandato un video in cui la picchiava, ma era uno di quei video che scompare dopo averlo visto”, ci ha detto Grant.

La coppia ha pubblicato le foto dei loro viaggi sui social network già nel 2021.  / © Foto dai social network
La coppia ha pubblicato le foto dei loro viaggi sui social network già nel 2021. / Foto: foto dai social network

TSN.ua è riuscita a scoprire che il sospettato era già coinvolto in altri procedimenti penali. Uno dei quali ha persino guadagnato pubblicità sui media. Nel maggio 2013, un uomo di 31 anni di Chernihiv ha picchiato brutalmente una donna del posto. Secondo lei, è entrato nell’appartamento mentre lei dormiva e ha cominciato a picchiarla con un pezzo di tondo per cemento armato.

“Mi riposerò alle Canarie e tu sarai in una bara”, ha detto il mio aggressore e lo ha colpito più volte sulla testa, ha detto la donna con orrore. – E quando ha deciso che ero morto, ha preso gioielli d’oro del valore di circa 20mila dollari USA, ha giocato ai videogiochi e ha mangiato dolci proprio a casa mia. Mi sono svegliato solo la mattina. A malapena si è avvicinata al telefono e ha chiamato la sua amica, che ha chiamato un’ambulanza.

Quindi la vittima ha menzionato il padre del marito, che presumibilmente “lo aiuta a evitare la responsabilità delle sue azioni”. La stessa coppia di conoscenti di Victoria e Volodymyr ora parla della stessa cosa. Secondo loro, il sospettato si vantava spesso dei legami di suo padre, dicendo che “è lui a decidere tutto”. 

Così siamo anche riusciti a scoprire alcuni fatti su di lui. P. senior era un membro dell’organizzazione regionale di Chernihiv di una sorta di partito “Opposizione di sinistra” con opinioni apertamente filo-russe e un passato “regionale” comunista.

©

Dopo l’invasione su vasta scala, il 20 marzo 2022, il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyi ha attuato la decisione del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale (NSDC) di sospendere le attività di una serie di partiti politici. Nella lista è stata inclusa anche l ‘”Opposizione di sinistra” e il 16 giugno l’ottava corte d’appello di Leopoli ha bandito questo partito.

Tuttavia, a giudicare dagli eventi successivi, le opinioni del padre del sospettato potrebbero non essere cambiate. Il 20 luglio 2023, il tribunale di Chernihiv lo ha condannato per “giustificazione, riconoscimento della legittimità, negazione dell’aggressione armata della Federazione Russa contro l’Ucraina, glorificazione dei suoi partecipanti”. I giudici hanno deciso di infliggergli una pena di 3 anni di carcere, ma lo hanno liberato dal servizio a condizione che non commettesse un nuovo reato entro 1 anno.

C’era una lunga coda nella Piazza del Mercato Piccolo! È iniziata la campagna “Carpa prenatalizia per Cracovia”. Rinfresco gratuito per i residenti

La polizia ha avviato un’indagine

TSN.ua ha chiesto alle forze dell’ordine di Chernihiv. Come siamo riusciti a scoprire, il sospettato è stato servito con sospetto e il caso è oggetto di indagine da parte degli investigatori. “Gli investigatori del dipartimento investigativo del dipartimento di polizia distrettuale di Chernihiv stanno conducendo un’indagine preliminare in un procedimento penale sul fatto di aver inflitto gravi lesioni personali a V. Leshchenko, a seguito delle quali quest’ultimo è morto, sulla base dell’accusa penale reato previsto nella parte 2 dell’art. 121 del codice penale dell’Ucraina”, ci ha confermato il colonnello Yevhen Goncharov, vice capo del dipartimento principale di polizia della regione di Chernihiv.

Hanno aggiunto che nel corso del procedimento sono state intraprese una serie di azioni investigative (procedurali) e sanno dove si trova il sospettato. Secondo il rappresentante della parte lesa, l’avvocato Natalia Bodnar, il sospettato è attualmente agli arresti domiciliari. “La madre e la famiglia del defunto aspettano da più di un anno almeno alcuni risultati delle indagini e ora sperano che il colpevole venga assicurato alla giustizia: giusta e indipendente, nonostante il vanto di legami che risolvano tutto”, dice Nataliya Bodnar.

Inoltre, non si sa perché il caso non sia stato indagato fin dall’inizio, subito dopo la morte della donna. Abbiamo appreso da Natalia che l’Ufficio investigativo statale si sta occupando di questo problema. Questo organismo, autorizzato a indagare sui crimini commessi dalle forze dell’ordine, deve scoprire perché la polizia non ha avviato un’indagine preliminare subito dopo aver scoperto un cadavere con ferite che potrebbero indicare una morte violenta. I risultati dell’SBI mostreranno se in questo caso ci sono davvero motivi per sospettare che l’ufficiale di polizia abbia commesso un reato ufficiale.

“La situazione con il ritrovamento del corpo di Victoria Leshchenko, secondo me, è assolutamente chiara dal punto di vista delle azioni che hanno dovuto intraprendere le forze dell’ordine. Pertanto, dopo la scoperta di tracce di uno stupratore sul cadavere, le informazioni sul crimine corrispondente dovrebbero essere inserite nel Registro unificato delle indagini preliminari, dopodiché dovrebbero iniziare le indagini preliminari. Tuttavia ciò non fu fatto e la donna fu sepolta.

 Pertanto, dopo aver ricevuto da me una spiegazione sulla regolamentazione giuridica di tali questioni, la vittima ha deciso di contattare l’Ufficio investigativo statale con una dichiarazione sulla commissione di un reato da parte dell’ufficiale di polizia competente. La madre e i parenti della defunta sperano sinceramente nella giustizia sia per la persona responsabile della morte di Victoria che per tutte le persone che potrebbero aver commesso negligenza ufficiale durante le indagini e l’emissione dei documenti ufficiali rilevanti”, ha aggiunto l’avvocato.

Entrambi i casi sono attualmente sotto inchiesta e la famiglia e gli amici sperano che i colpevoli vengano puniti. In particolare, in una conversazione con TSN.ua, il marito della sorella della defunta, Grant Short, ha concluso: “Non rinuncio alla speranza che in Ucraina ci sia stato di diritto e giustizia”. 

In Ucraina il problema della violenza domestica peggiora ogni anno

Ogni anno in Ucraina, secondo il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), 600 donne muoiono a causa della violenza domestica. Circa 2 milioni di persone soffrono di violenza fisica domestica in Ucraina. Le statistiche mostrano che in oltre l’80% si tratta di violenza da parte degli uomini contro le donne. 

Secondo i dati ufficiali della Polizia nazionale ucraina, nel 2022 sono state ricevute più di 244.000 denunce di violenza domestica, ovvero il 40% in più rispetto all’anno precedente, il 15% in più rispetto al 2020 e il 41% in più rispetto al 2019.  Le statistiche mostrano che la violenza domestica in Ucraina durante la legge marziale non ha perso la sua rilevanza, anzi, è aumentata.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles