6.9 C
Rome
lunedì, Marzo 4, 2024

Fucilazione di soldati delle Forze Armate catturati: cosa si sa del nuovo brutale crimine degli occupanti

Fucilazione di soldati delle Forze Armate catturati: cosa si sa del nuovo brutale crimine degli occupanti. Vicino ad Avdiivka, i russi hanno sparato ai soldati

Fucilazione di soldati delle Forze Armate catturati: I combattenti si arresero per mancanza di BC. Vicino ad Avdiivka, i russi hanno sparato ai soldati disarmati delle forze armate ucraine che si erano arresi come prigionieri. I russi hanno commesso il crimine di guerra non lontano dal villaggio di Stepove nella regione di Donetsk.

Va osservato che gli occupanti sono entrati nelle posizioni del 45° OSB. Allo stesso tempo, i soldati delle Forze Armate furono costretti ad arrendersi per mancanza di BC. Uno di loro è uscito dal rifugio con le mani alzate e si è sdraiato a terra. Pochi secondi dopo, un altro guerriero uscì dal rifugio. Subito dopo i russi aprirono il fuoco su entrambi, sparando numerosi proiettili. Il video a questo punto si interrompe.

Oleksandr Shtupun, portavoce dell’OSU “Tavria”, ha commentato questo video alla pubblicazione “Ukrainian Pravda”: “Gli occupanti russi violano cinicamente ogni giorno le regole e le consuetudini della guerra. E questo video ne è una lampante conferma. è sottoposto alle appropriate procedure di verifica e documentazione. Tali crimini non sono soggetti a prescrizione.” , tutte le prove saranno consegnate alle istituzioni internazionali competenti che si occupano di crimini di guerra.”

L’uccisione dei prigionieri è stata confermata sul social network dal paracadutista Oleksandr Kolym. Ha riferito che i combattenti provenivano dalla sua unità (il 45° battaglione fucilieri separato, che è sotto il comando del CO “Nord” delle forze di terra delle forze armate dell’Ucraina) e ha dichiarato che il suo gruppo non avrebbe più fatto prigionieri gli occupanti . Anche i militari hanno pubblicato lo stesso video.

A sua volta, il difensore civico Dmytro Lubinets ha lanciato un appello ufficiale al Comitato internazionale della Croce Rossa, che ha il mandato di registrare il trattamento dei prigionieri di guerra. Lubinets si rivolgerà anche all’ONU affinché constati un altro fatto di violazione del diritto umanitario internazionale da parte del Paese aggressore e dell’esercito russo. Ha sottolineato che l’esecuzione di coloro che si arrendono è un crimine di guerra.

Era davvero l’inverno del secolo in Polonia. Nel 1979 eravamo così sepolti dalla neve che furono usati dei carri armati per ripulirla! Foto d’archivio

“La Russia deve sopportare la pena di morte per ogni caso simile di soldati ucraini che si arrendono! Noto che non sono i soli: questo è anche l’omicidio del soldato Oleksandr Matsievskyi e di altri soldati che si sono arresi. Questa è anche l’esecuzione pubblica di prigionieri di guerra a Olenivka.” – ha detto. Lubinets ha affermato che questa è responsabilità anche dei massimi dirigenti russi. Ha sottolineato che tutti i colpevoli dovrebbero essere puniti.

Barabash ha annunciato vendetta contro gli occupanti che hanno sparato ai soldati ucraini

Tutti i russi che erano nelle posizioni coinvolte nell’omicidio furono distrutti. Lo ha detto Vitaliy Barabash, capo dell’amministrazione militare della città di Avdiiv, durante la trasmissione sul canale televisivo FREEDOM. “Loro (i soldati ucraini uccisi dagli occupanti. – ndr) si sono arresi perché avevano finito le munizioni. Per quanto ne so, poco dopo i nostri ragazzi hanno preso d’assalto queste posizioni e tutti quelli che erano lì sono stati eliminati,” – ha detto Barabash .

Nel frattempo, la procura ha avviato un’indagine: “Sotto la guida procedurale della procura regionale di Donetsk, è stata avviata un’indagine preliminare in un procedimento penale sul fatto di violazione delle leggi e delle consuetudini di guerra, combinata con omicidio intenzionale (parte 2 dell’articolo 438 del codice penale dell’Ucraina).”

Ricorderemo:

I soldati russi hanno già ucciso i soldati ucraini catturati. La prima prova video di un simile crimine è apparsa nel marzo 2023. Quindi su Internet è stato pubblicato un video dell’esecuzione di un prigioniero di guerra ucraino inizialmente sconosciuto. I russi hanno ucciso un uomo per aver detto “Gloria all’Ucraina!”

Secondo i soldati del 163° battaglione TRO e i loro parenti, Oleksandr Matsievskyi era in questo video. Successivamente, l’informazione che si trattava di Oleksandr Matsievskij nel video è stata confermata dalla Direzione regionale delle forze di difesa territoriale “Nord” delle Forze armate dell’Ucraina – il soldato è stato riconosciuto dai suoi parenti e compagni nel video.

Il 16 marzo, la commissione internazionale indipendente delle Nazioni Unite che indaga sugli eventi in Ucraina ha confermato i crimini di guerra russi, tra cui attacchi contro civili, tortura sistematica di prigionieri, stupri e omicidi nei territori occupati.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles