25.6 C
Rome
domenica, Giugno 23, 2024

Un aspirante prete svela i segreti della vita in seminario. Alcol, donne di lato e “un vescovo come un re”

Un aspirante prete svela i segreti della vita in seminario. Alcol, donne di lato e “un vescovo come un re”

– Ho sentito tante volte che puoi avere una donna al tuo fianco ed essere comunque prete – ha ammesso un uomo che si preparava per il ruolo di prete da diversi anni. Il signor Kamil ha detto che “il seminario non insegna alle persone come vivere una vita normale”. Tuttavia, gli fece capire che la vita quotidiana del clero era diversa da come aveva immaginato.

Il signor Kamil si è dimesso dal seminario al quinto anno. Come ha detto, “è stata la decisione più difficile della sua vita”. – Il tempo trascorso in seminario ha plasmato me come persona, la mia sensibilità e la mia umanità. Ma non vado più a messa, ha ammesso. L’uomo di 40 anni ha raccontato quali esperienze gli hanno fatto credere ancora in Dio, ma non ha più fiducia nella Chiesa come istituzione.

Voleva diventare prete, ma lasciò il seminario. “Quando venne il vescovo, tutti camminavano in punta di piedi”

Il signor Kamil ha detto in un’intervista a “Tygodnik Siedlecki” che è andato in seminario, tra le altre cose, per sentirsi sicuro e sostenuto, cosa che non ha ricevuto né dai suoi coetanei che lo tormentavano né da suo padre che abusava di alcol. Ha aggiunto che “si è rifugiato con interesse nella preghiera”, grazie alla quale ha trovato conforto. Decise quindi di rompere con la ragazza che amava per diventare prete .

Tuttavia l’uomo affermava che la realtà della vita in seminario era diversa dalle sue aspettative. – La maggior parte di noi sa tutto questo solo dalle messe domenicali, dalle visite in ufficio e da un breve “Dio ti benedica”. La realtà che ho visto era diversa da come immaginavo, ha detto. Ad esempio, ha dato il rigore militare in vigore nel seminario .

– Non mi piaceva proprio quando veniva il vescovo e tutti camminavano in punta di piedi, come davanti al re. Non penso che dovrebbe sembrare che l’Eucaristia dovrebbe essere come nell’esercito , e quando fai qualcosa di sbagliato, hai subito una reazione negativa… – ha osservato.

Il signor Kamil afferma di conoscere molti sacerdoti che andavano a trovare la loro amante dopo l’Eucaristia

Il signor Kamil si rese conto che la vita del clero era in contraddizione con i principi morali propagati dalla Chiesa . – Ho sentito tante volte che puoi avere una donna al tuo fianco ed essere comunque prete. Ma sapevo che se lo avessi fatto, la mia coscienza mi avrebbe divorato. Non potrei andare dalle persone e parlare loro della purezza coniugale, sapendo che quando avrò finito l’Eucaristia, andrò dal mio amante. Conoscevo molti che si trovavano in una situazione del genere, ma non ci ho prestato attenzione perché volevo ancora diventare sacerdote , ha sottolineato. L’uomo ha anche detto di aver bevuto più alcol durante la sua permanenza in seminario che dopo aver lasciato il luogo.

L’uomo ha notato che c’erano molte ragioni per cui alla fine ha lasciato il seminario. Uno di questi era “il fatto di aver incontrato una donna a cui non riusciva a smettere di pensare”. Il signor Kamil si è poi trovato in una situazione difficile. – Il seminario non ti insegna a vivere una vita normale, tutto ti è stato servito lì su un vassoio. E dopo che me ne sono andato, non avevo prospettive. Non mi è rimasto niente, ha detto. Ha aggiunto che “solo il matrimonio gli ha insegnato a notare i problemi quotidiani e ad affrontarli”. – Ho capito quanta fatica bisogna mettere in casa, nel lavoro, per guadagnarsi da vivere – ha detto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles