28.4 C
Rome
venerdì, Luglio 12, 2024

Le autorità slovacche si aspettano grandi ondate migratorie

Le autorità slovacche si aspettano grandi ondate migratorie. A causa della guerra di Israele con Hamas e della prevista migrazione,

Le autorità slovacche si aspettano grandi ondate migratorie. Il ministro degli Interni slovacco Matusz Szutaj Esztok ha dichiarato lunedì di avere informazioni da partner stranieri sulle previste grandi ondate migratorie. A causa della guerra di Israele con Hamas e della prevista migrazione, lunedì il governo ha esteso i controlli alle frontiere con l’Ungheria.

I controlli alla frontiera con l’Ungheria resteranno in vigore fino al 23 dicembre di quest’anno. “Il governo ha stanziato oltre 3,18 milioni di euro per proteggere il confine meridionale. I controlli casuali verranno effettuati in base all’evoluzione della situazione della sicurezza”, ha affermato il Ministero dell’Interno.

Secondo il Ministero, i controlli alla frontiera meridionale hanno avuto l’effetto desiderato: il numero dei migranti detenuti per aver attraversato illegalmente la frontiera è notevolmente diminuito. – Nel contesto del conflitto in Israele, che potrebbe innescare ulteriori ondate migratorie, è necessario continuare a controllare la frontiera interna con l’Ungheria, perché si tratta di una misura importante anche nella lotta al terrorismo – ha sottolineato Szutaj Esztok dopo la riunione del governo . Lui ha osservato che, nonostante il calo del numero degli arresti, il governo vuole ancora dissuadere i trafficanti dall’utilizzare le rotte che attraversano il territorio slovacco.

Gli americani scrivono di un incidente in Polonia. Era assurdo. “Mercedes entra in Toyota”

– Allo stesso tempo, manteniamo il nostro status di partner europeo affidabile che può non solo garantire la sicurezza dei suoi cittadini, ma anche impedire l’ingresso in Europa di elementi pericolosi. Dobbiamo ricordare che in questo caso stiamo combattendo i gruppi criminali organizzati , ha detto il ministro dell’Interno.

La Slovacchia ha reintrodotto temporaneamente i controlli al confine con l’Ungheria il 5 ottobre di quest’anno. Lo ha fatto dopo che Polonia, Austria e Repubblica Ceca hanno ripristinato i controlli ai confini con la Slovacchia. Szutaj Esztok ha annunciato che presto discuterà dell’immigrazione e del controllo delle frontiere con i partner ungheresi. Secondo lui la questione dell’immigrazione richiede una consultazione all’interno del gruppo di Visegrad.

Nel prossimo futuro si terrà a Praga, nella Repubblica ceca, una riunione del gruppo alla quale parteciperanno i rappresentanti di Austria e Germania.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles