25.6 C
Rome
domenica, Giugno 23, 2024

Gli ucraini hanno dato l’iniziativa. I russi attaccano, ma pagano cari i piccoli successi

Gli ucraini hanno dato l’iniziativa. I russi attaccano, ma pagano cari i piccoli successi.  I russi hanno sicuramente preso l’iniziativa sul fronte.

Un forte attacco nella zona di Kupyansk, tentativi di riconquista delle aree perdute negli ultimi mesi attorno a Bakhmut e, soprattutto, continui assalti nella zona di Avdiivka. I russi hanno sicuramente preso l’iniziativa sul fronte. Gli ucraini si difendono e praticano il sabotaggio sul Dnepr.

La situazione è cambiata ancora una volta. Lo scorso inverno è stato un periodo di pressione russa, seguita in estate da quella ucraina. Ora i russi rinnovano la pressione e prendono l’iniziativa. Esauriti dalle attività offensive improduttive dell’estate, gli ucraini si sono messi chiaramente sulla difensiva. Attaccano ancora in alcuni punti, ma su piccola scala.

Un massacro dopo l’altro, ma i progressi continuano

I combattimenti più intensi continuano nella regione di Avdiivka. Da un mese i russi conducono un’offensiva locale con l’obiettivo di isolare la città dal suo entroterra e costringere gli ucraini ad abbandonarla. Hanno innegabilmente ottenuto un successo parziale, ma lo hanno fatto anche a costo di enormi perdite. Nelle ultime due settimane sono riusciti ad avanzare di diverse centinaia di metri in una direzione chiave a nord della città, nella zona dei binari ferroviari e della cokeria. I loro gruppi d’assalto raggiungono regolarmente le rovine del villaggio di Stepowe dietro la linea ferroviaria e si avvicinano al bordo degli edifici della cokeria. Tuttavia, non riuscirono ad ancorarsi lì in modo permanente. Di solito vengono decimati dai bombardamenti, dai droni e dai piccoli contrattacchi ucraini e poi respinti.

La situazione a nord di Avdiivka.  La zona della cokeria al centro della mappa.  Una linea ferroviaria corre di fianco alla città verso nord-ovestLa situazione a nord di Avdiivka. La zona della cokeria al centro della mappa. La linea ferroviaria corre dalla città verso nord-ovest  Foto. DeepStateMAP

Mappa ad alta risoluzione

Nonostante ciò, l’ esercito ucraino non ha più alcun controllo sul rilevato ferroviario, Steppe, e sull’area compresa tra la cokeria e la discarica, situata a meno di un chilometro a nord-est della stessa. Si tratta di un evidente successo ottenuto dai russi nelle ultime due settimane. Tuttavia, ciò avvenne a costo di perdite molto pesanti. Quasi ogni giorno, gli ucraini pubblicano online filmati di droni che mostrano un massacro dopo l’altro dei russi attaccanti. Attualmente, ciò significa più spesso una colonna di veicoli da combattimento di fanteria, magari supportati da un carro armato, che sono esposti a mine, artiglieria e missili guidati anticarro. Il risultato sono solitamente diversi veicoli in fiamme e una dozzina circa di corpi.

Un thread che documenta 11 carri armati russi distrutti/danneggiati su una corsia d’attacco dal villaggio di Wodziane a nord. Soprattutto nelle ultime due settimane

Nonostante ciò, alcuni aggressori si stanno spingendo avanti. Sicuramente ci sono anche attentati di cui non è stata registrata alcuna registrazione perché non si sono conclusi con un fallimento spettacolare. Gli stessi ucraini subiscono perdite a causa del fuoco dell’artiglieria russa, delle bombe plananti, dei droni e dei missili anticarro. È chiaro che hanno problemi a mantenere le posizioni difensive avanzate, poiché i russi avanzano faticosamente e con costi elevati nel settore settentrionale dei combattimenti.

 Lo stesso non si può dire per la sezione meridionale, dove, partendo dalla zona dei villaggi di Wodziane e Opytne, si tenta di formare il secondo braccio della tenaglia per tagliare Avdiivka dal suo entroterra. Non hanno fatto progressi lì dalla fine di ottobre. Allo stesso modo, nella periferia meridionale e orientale di Avdiivka, dove gli ucraini in gran parte si difendono ancora nelle fortificazioni costruite nel 2015-2022 lungo la linea del cessate il fuoco.

Nel complesso, la situazione non sembra critica per gli ucraini. C’è ancora molta strada da fare per separare Avdiivka dal suo entroterra. I russi subiscono pesanti perdite. Alla fine, ciò potrebbe concludersi con la loro sconfitta, anche se per ora chiaramente non sono pronti ad ammetterlo e stanno rafforzando le loro truppe esaurite con rinforzi.

I 10 sotterranei più misteriosi della Bassa Slesia. Quali segreti nascondono queste oscure casematte e tunnel dallo scopo sconosciuto?

I russi impongono il ritmo

Tuttavia, la forte pressione su Avdiivka ha costretto gli ucraini a raccogliere lì le loro riserve. Ciò vale anche, e forse soprattutto, per l’artiglieria e le sue forniture di munizioni. Questa è sempre una risorsa scarsa per gli ucraini. Soprattutto adesso, perché durante le operazioni offensive estive avevano a disposizione più munizioni gratuite ed era il picco delle forniture occidentali. Attualmente dovrebbero essere più piccoli e, secondo gli analisti, il prossimo inverno sarà il periodo di maggiore siccità in questo senso, a causa dell’esaurimento del flusso di approvvigionamento dagli arsenali occidentali, della crescita della produzione più lenta di quanto dichiarato e della competitività di Israele. richiesta. Ciò significa che gli ucraini subiranno maggiori perdite umane nel prossimo futuro, perché dove non ci sono proiettili di artiglieria, i soldati devono esporsi a maggiori rischi nel combattimento diretto.

La mancanza di forze ucraine è evidente, ad esempio, nella zona di Bakhmut. Avevano fatto progressi lì per tutta l’estate, soprattutto a sud della città. Tuttavia, il culmine di queste azioni è avvenuto a settembre, ottobre è stato un periodo di relativo silenzio e ora i russi attaccano sempre più spesso. Nei giorni scorsi avrebbero occupato con successo una vasta area a nord di Bakhmut, nella zona del villaggio di Berkhivka-Kromowe. Hanno quasi riacquistato tutto ciò che hanno perso negli ultimi sei mesi. Hanno anche tentato un attacco più ampio a sud della città, sulle colline sopra il villaggio di Klishchivka, che gli ucraini hanno perso lo scorso inverno e riconquistato in estate. Non vi è alcuna indicazione del loro successo qui, ma è un’inversione di ruolo significativa. I principali attacchi ucraini nella zona si sono praticamente fermati un mese fa.

La fanteria russa libera le posizioni ucraine tra i villaggi di Berkhivka e Khromowe

Negli ultimi giorni gli ucraini hanno segnalato anche una serie di attacchi russi straordinari al settore settentrionale del fronte. Tra le città di Kupiansk e Swatove. Da un anno i russi sono più attivi lì e lanciano attacchi più o meno grandi, ma senza molto successo. In alcuni punti avanzarono di circa 10 chilometri durante questo periodo. Questi ultimi attacchi sarebbero finiti con un fallimento. Non ci sono resoconti di guadagni, solo registrazioni di perdite. È significativo, tuttavia, che, nonostante la concentrazione di forze significative su Avdiivka, i russi ne abbiano ancora abbastanza per operazioni offensive su altre sezioni del fronte.

Fai una passeggiata con PTTK per guadagnare il distintivo Amico di Cracovia

Combattimenti limitati sono ancora in corso a Zaporizhia, dove entrambe le parti attaccano e contrattaccano nell’area del villaggio di Robotyne-Werbowe. Al posto del più grande, anche se ancora modesto, successo sul campo ucraino dell’offensiva estiva. Nelle ultime due settimane gli ucraini sono riusciti ad ampliare leggermente il divario rispetto alle linee russe, ma questi successi sono solo uno o due passi avanti. L’intensità dei combattimenti in quest’area è chiaramente diminuita rispetto al picco di agosto-settembre.

Tuttavia, sulla sponda orientale del Dnepr, vicino al villaggio di Krinki, si stanno svolgendo combattimenti più intensi del solito. Abbiamo descritto la situazione in questa regione in modo più dettagliato in un testo separato. Gli ucraini opereranno in quest’area con una forza di circa due compagnie di marines (fino a circa 200 persone), trasportate e rifornite da piccole imbarcazioni e veicoli anfibi dalla sponda occidentale del Dnepr. 

Le forze russe nell’area sono così deboli e disorganizzate che non sono in grado di bloccare questa operazione di sabotaggio ucraina relativamente piccola. Allo stesso tempo, subiscono perdite significative, principalmente a causa di attacchi di droni FPV estremamente intensi. Tuttavia, non bisogna aspettarsi che questo sia il preludio ad una più ampia offensiva ucraina oltre il fiume. Si trattava piuttosto di un’azione diversiva, intesa ad assorbire l’attenzione e le forze russe a basso costo.

È tempo che gli ucraini siano passivi

Sembra quasi certo che stiamo entrando in un altro periodo di diversi mesi in cui gli ucraini saranno passivi. Le unità stremate dai combattimenti estivi avranno molto probabilmente il tempo di ricostituire le perdite e di addestrarsi, mentre le brigate ancora tenute in riserva potranno fare ancora di più in quest’ultimo compito. Verranno risparmiate munizioni al fronte e verranno condotte battaglie difensive, volte a dissanguare quanto più possibile i russi, a costo di contenere al minimo le nostre perdite. Il secondo round di lotte per difendere il sistema energetico ucraino dai missili e dai droni russi avrà probabilmente luogo nell’aria sopra il paese.

Si registra anche un visibile indebolimento degli attacchi ucraini alla Crimea. Dopo una serie di attacchi spettacolari in agosto e settembre, i russi migliorarono il loro sistema di difesa della penisola. In particolare, migliorare la capacità di rilevare e distruggere i missili antinave ucraini Neptun modificati per attaccare obiettivi terrestri. Probabilmente gli ucraini non vogliono sprecare missili di valore e prepareranno un’altra azione più ampia che consentirà loro prima di indebolire il sistema di difesa russo e poi di sferrare colpi prima che i russi prendano il controllo della situazione.

Nel complesso, non c’è nulla di visibile che possa impedire alla guerra di entrare nel suo terzo anno. Molto più probabile della vittoria per entrambe le parti è la stagnazione e il congelamento della prima linea per un periodo di tempo imprevedibile.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles