24.4 C
Rome
martedì, Maggio 21, 2024

Evacuazione dei polacchi dalla Striscia di Gaza. Duda ha deciso di utilizzare il contingente militare polacco

Evacuazione dei polacchi dalla Striscia di Gaza. Duda ha deciso di utilizzare il contingente militare polacco

Evacuazione dei polacchi dalla Striscia di Gaza.  Andrzej Duda ha emesso la decisione di utilizzare il contingente militare polacco per trasportare in sicurezza i cittadini polacchi. Ai nostri connazionali è stata impedita la fuga da Gaza a causa della chiusura del valico di frontiera a Rafah. Come ha riferito un giornalista di TVN24, l’evacuazione doveva essere “finalmente concordata” con le autorità di Israele ed Egitto.

“Nel periodo dal 10 novembre 2023 al 19 novembre 2023, il contingente militare polacco nella Repubblica araba d’ Egitto sarà utilizzato per evacuare i cittadini della Repubblica di Polonia che soggiornano nella Striscia di Gaza, di seguito denominato ‘PKW’, con un massimo di 150 soldati insieme alla sicurezza e alle attrezzature necessarie, compresi due aerei C-130 e un aereo C-295”, si legge nella decisione del presidente Andrzej Duda pubblicata su Monitor Polski.

È stato inoltre sottolineato che il PKW verrà utilizzato in relazione alla necessità di proteggere la vita o la salute dei cittadini polacchi. “L’ambito generale dei compiti svolti dal contingente militare nazionale includerà l’evacuazione e il trasporto dei cittadini residenti nella Striscia di Gaza dalla Repubblica araba d’Egitto alla Repubblica di Polonia”, ha aggiunto.

TVN24 riferisce che venerdì 31 cittadini polacchi sarebbero stati evacuati dalla Striscia di Gaza verso l’Egitto. I nomi dei polacchi dovevano figurare nell’elenco delle persone autorizzate a evacuare attraverso il valico di Rafah. Paweł Szot, che si trova a Tel Aviv, informa però che i giornalisti arabi hanno riferito che il valico era chiuso e nessuno straniero poteva lasciare la Striscia di Gaza.

Orario del fine settimana a Cracovia. Sarà patriottico e solenne, musicale e culinario. Pagheremo il parcheggio l’11 novembre

Situazione drammatica nel più grande ospedale della Striscia di Gaza

Le ultime informazioni provenienti dalla Striscia di Gaza mostrano che i combattimenti sono già in corso molto vicino all’ospedale Al-Shifa, dove migliaia di civili hanno trovato rifugio. L’ospedale Shifa è la struttura più grande dell’intera Striscia di Gaza. L’esercito israeliano avrebbe circondato il complesso edilizio con i carri armati e ci sarebbero state sparatorie nelle strade. 

Si possono anche sentire delle esplosioni. Migliaia di civili si rifugiano nell’ospedale. I medici intervistati dai giornalisti palestinesi affermano che non è più possibile entrare nell’edificio perché le persone che prima vivevano nelle tende nel giardino dell’ospedale ora si sono rifugiate all’interno dell’edificio. Le ambulanze non possono lasciare l’ospedale per visitare i feriti.

L’esercito israeliano sostiene che non sta attaccando l’ospedale, ma sta rispondendo agli attacchi compiuti da Hamas dalla sua zona. La parte israeliana ha circondato Shifa perché, come ha ripetutamente affermato, il più grande bunker di Hamas si troverà sotto l’ospedale. Anche altri tre ospedali nel centro di Gaza sono ora circondati.

Più di 11.000 persone sono state uccise da quando sono iniziati gli attacchi aerei israeliani su Gaza. La parte palestinese afferma che la maggior parte delle vittime sono civili. Moriranno 4,5mila bambini. I palestinesi sostengono inoltre che metà delle case di Gaza sono state distrutte dagli attacchi aerei.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles