12.1 C
Rome
mercoledì, Febbraio 28, 2024

L’Ucraina si avvicina all’Ue. C’è una mossa della Commissione Europea. “Momento storico”

L’Ucraina si avvicina all’Ue. C’è una mossa della Commissione Europea. “Momento storico”. Per avere la possibilità di ottenere l’adesione all’Unione Europea

La Commissione europea ha dato il via libera ai negoziati di adesione con l’Ucraina. Per avere la possibilità di ottenere l’adesione all’Unione Europea, l’Ucraina deve attuare numerose riforme anticorruzione, rafforzare i diritti delle minoranze nazionali e regolamentare il lobbismo. La decisione finale in merito verrà presa dai leader dei 27 paesi al vertice di Bruxelles.

La Commissione europea ha raccomandato l’avvio dei negoziati di adesione all’UE con l’Ucraina. Tuttavia, le autorità di Kiev dovranno completare le riforme in diversi settori. A Bruxelles sono state pubblicate relazioni sui progressi compiuti dai paesi che aspirano ad aderire agli standard UE nel rispetto degli standard UE . Il documento dedicato all’Ucraina è positivo per l’Ucraina perché la Commissione ha dato il via libera ai negoziati di adesione, ma la decisione finale in merito spetta ai Paesi dell’Ue ed è necessaria l’unanimità. Lo annunceranno i leader di 27 paesi in un vertice che si terrà a Bruxelles a metà del prossimo mese.

Sono state confermate le relazioni di Beata Płomecka, corrispondente a Bruxelles della Radio polacca, sulle raccomandazioni dettagliate. La commissione ha scritto nel rapporto che l’Ucraina ha adempiuto ai suoi obblighi e ha introdotto riforme riguardanti la libertà dei media, il sistema giudiziario, il Tribunale costituzionale e la lotta contro il riciclaggio di denaro. Ma ci sono aree in cui le autorità di Kiev devono completare i cambiamenti che stanno introducendo. L’inizio dei negoziati di adesione all’UE dipenderà dall’attuazione da parte di Kiev delle riforme anticorruzione, riguardanti i diritti delle minoranze nazionali e la regolamentazione del lobbismo.

Solo 5 milioni lavorano: chi sostiene i pensionati, i bambini e i beneficiari in Ucraina e perché diventeremo più poveri dopo la guerra

 Il Comitato ha richiamato l’attenzione sulla necessità di adottare una legge che abolisca i limiti del personale dell’Ufficio nazionale anticorruzione e rimuova le restrizioni alle attività dell’Ufficio riguardanti, tra l’altro, la verifica dei beni. La Commissione attende inoltre l’adozione di una legge che regoli le regole del lobbismo in conformità con gli standard europei. E per quanto riguarda la garanzia dei diritti delle minoranze nazionali, Bruxelles vuole attuare le raccomandazioni della Commissione di Venezia riguardo ai cambiamenti nella normativa sulla lingua statale, sui media e sull’istruzione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles