19.6 C
Rome
mercoledì, Maggio 29, 2024

La NATO ha annunciato la sconfitta della Federazione Russa nella guerra, ma l’Occidente ritarda il trasferimento di armi alle Forze Armate

La NATO ha annunciato la sconfitta della Federazione Russa nella guerra, ma l’Occidente ritarda il trasferimento di armi alle Forze Armate

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che attaccare l’Ucraina è stato un errore strategico da parte del Cremlino. Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che la Russia ha già perso la guerra. Attaccare l’Ucraina è stato un errore strategico del Cremlino. La Russia di Putin è indebolita e isolata.    Artem Zyabkin ha raccontato in un articolo esclusivo su TSN.ua come viene vista la vittoria dell’Ucraina in Occidente, perché la sconfitta della Russia non equivale al ripristino dei confini dell’Ucraina e perché i partner ritardano il trasferimento delle armi. 

Sul canale YouTube di TSN potete guardare il video

“La Russia ha perso. Ha perso decine di migliaia di soldati. Ha perso una grande quantità di equipaggiamento militare. Ha perso influenza politica e sta diventando sempre più isolata. L’invasione dell’Ucraina è una sconfitta strategica per la Russia,” Jens Stoltenberg ha sottolineato. Tuttavia, il Segretario generale della NATO non ha parlato direttamente della vittoria dell’Ucraina, anche se è chiaro che senza armi aggiuntive non è opportuno parlarne. Il coraggio e l’abnegazione dei soldati ucraini impressionano e affascinano, ma le difese del nemico non possono essere infrante solo con l’entusiasmo.

 Ciò richiede carri armati, veicoli blindati e aviazione. La stessa dovrebbe essere coperta dalla difesa antiaerea, che è ancora insufficiente.   Dobbiamo continuare a sostenere l’Ucraina. Ciò significa più armi. E lo dico perché voglio la pace in Ucraina. Il presidente Putin può fermare la guerra oggi smettendo di attaccare il suo vicino. L’Ucraina non ha questa opzione. Se l’Ucraina smette di difendersi, saranno occupati. E l’occupazione non è pace”, ha aggiunto Stoltenberg.  

Può sembrare che la NATO faccia affidamento su un piano secondo il quale Ucraina e Russia ad un certo punto si siederanno al tavolo delle trattative. L’Ucraina sarà aiutata ad essere in una posizione vincente contro di loro, dice Stoltenberg, ma la Russia vuole la pace? Esattamente – no. Inoltre aspettano l’inverno per distruggere nuovamente l’industria energetica ucraina e riprendere l’offensiva.   In Ucraina non viene presa in considerazione l’opzione di negoziati di pace con gli occupanti. E nessuno dei partner offre. Oleksiy Danilov, segretario dell’NSDC, ha insistito ancora una volta su questo punto.

“Non ho mai sentito alcuna posizione ufficiale riguardo al fatto che qualcuno ci costringerà a negoziare con la Federazione Russa. Questa è una tesi costantemente promossa dalla Federazione Russa, sostenuta dalla Federazione Russa. Abbiamo un atto giuridico normativo che è in vigore sul territorio dell’Ucraina… dove sta scritto nero su bianco: il nostro Paese non condurrà alcun negoziato con il terrorista Putin, punto e basta”, ha sottolineato Danilov.Nemmeno gli ucraini accetteranno un compromesso con la Russia. Secondo i risultati di un sondaggio condotto dal Centro Razumkov e dalla Fondazione Ilko Kucheriv per le iniziative democratiche, a settembre 2023, il 90% degli intervistati considera le concessioni territoriali inaccettabili. Interessante è anche il fatto che più della metà degli intervistati che considerano “la pace più importante di qualsiasi compromesso” non rinunceranno nemmeno alla NATO, all’UE o ai territori. 

Ma la Russia sta evidentemente giocando con il tema dei “colloqui di pace”. Non molto tempo fa, la canzone “pacifica” è stata iniziata dal Ministro della Difesa della Federazione Russa Serhiy Shoigu.  Così, durante una visita a Pechino, in qualche modo ha immediatamente dimenticato quali “obiettivi” aveva annunciato il Cremlino all’inizio della guerra contro l’Ucraina, e ha iniziato a parlare della futura convivenza pacifica con l’Occidente.  Ma il fatto che l’Occidente ritardi il trasferimento di armi all’Ucraina non può che essere allarmante. Secondo Bloomberg, l’Unione Europea è in ritardo nei piani di fornitura di munizioni per l’artiglieria. Entro marzo dovevano essere consegnati alle forze armate locali un milione di proiettili calibro NATO. Prima dalle proprie azioni, poi a scapito dei contratti.

Pertanto, secondo i piani sviluppati all’inizio di quest’anno, l’UE ha promesso di fornire all’Ucraina munizioni di artiglieria entro 12 mesi, prima con l’aiuto delle scorte esistenti e poi attraverso contratti di appalto congiunto e una maggiore capacità industriale. Con più della metà del tempo trascorso, l’iniziativa è attualmente a circa il 30% del suo obiettivo e, in base al volume dei contratti firmati fino ad oggi, rischia di mancare il suo obiettivo. Il trasferimento di armi ad alta precisione all’Ucraina è ancora in discussione. Nel loro arsenale, le forze armate hanno già Storm Shadow, SCALP e i tanto attesi missili ATACMS. Tutti questi missili mostrano la loro alta efficienza, distruggendo gli aeroporti, i quartier generali e la difesa antiaerea del nemico. I missili tedeschi TAURUS rimangono ancora una gestalt aperta. 

Richiedono tempo e addestramento dei piloti ucraini sugli aerei da caccia F-16 già promessi all’Ucraina. In precedenza, il ministro degli Affari esteri ucraino, Dmytro Kuleba, aveva dichiarato che i primi aerei voleranno in battaglia nella primavera del 2024.  I nostri piloti vengono addestrati in varie località, incluso un centro di formazione in Romania, nonché in Gran Bretagna, Paesi Bassi, Danimarca e Stati Uniti. Questi ultimi promettono di addestrare i piloti delle Forze Armate in un massimo di 9 mesi.  “In questo momento, prevediamo che il completamento dell’addestramento dipenderà dalle capacità individuali dei piloti stessi, ma possiamo stimare un periodo di circa 5-9 mesi per completare l’addestramento”, ha affermato il portavoce del Pentagono, generale Patrick. Ha detto Ryder. Si ricorderà che l’esperto ha spiegato perché l’avanzamento delle forze armate al fronte è complicato e ha sottolineato il problema dell’esercito ucraino.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles