7.1 C
Rome
lunedì, Aprile 15, 2024

15 cimiteri insoliti in Polonia nel giorno di Ognissanti. Tombe colleriche, piramidi, mizar e altri luoghi suggestivi per una passeggiata

15 cimiteri insoliti in Polonia nel giorno di Ognissanti. Tombe colleriche, piramidi, mizar e altri luoghi suggestivi per una passeggiata

15 cimiteri insoliti in Polonia nel giorno di Ognissanti.  Un cimitero non è il posto migliore per una passeggiata, ma c’è un periodo dell’anno in cui le necropoli cambiano in modo irriconoscibile. È la festa di Tutti i Santi. I cimiteri si riempiono allora di un’atmosfera straordinaria e del bagliore di migliaia di candele. Abbiamo raccolto 15 dei cimiteri polacchi più interessanti e belli che vale la pena visitare nel giorno di Ognissanti 2023 o in qualsiasi altro giorno dell’anno. Se siete alla ricerca di idee per una suggestiva passeggiata autunnale, la nostra gallery ve le fornirà sicuramente.

Il cimitero è un luogo unico per una passeggiata autunnale

Alcune persone trovano i cimiteri inquietanti, altri rilassanti. Questi sono luoghi di silenzio e di riflessione. I cimiteri nascondono spesso affascinanti souvenir dei tempi antichi, meraviglie architettoniche e tracce di antiche tradizioni e culture. Il periodo a cavallo tra novembre e ottobre, cioè intorno al giorno di Ognissanti (giorno dei morti) e poi al giorno dei defunti, è il periodo migliore per fare una passeggiata suggestiva intorno al cimitero.

Che tempo fa il giorno di Ognissanti e dei defunti? Fino a 16 gradi, ma in alcuni punti potrebbe piovere. Dove?

 Le necropoli, ripulite e decorate, si trasformano poi in parchi illuminati da candele, dove passeggiare in un’atmosfera di nostalgia e ricordi. Abbiamo selezionato per voi i cimiteri più interessanti e insoliti della Polonia, giusto in tempo per un viaggio originale e ricco di atmosfere straordinarie nel giorno di Ognissanti 2023.

Ognissanti 2023 e il ponte di novembre. Quando cadono?

Ognissanti 2023 cade mercoledì 1 novembre. È un giorno libero dal lavoro, che è un buon momento per visitare le tombe dei propri cari. Se ci prendiamo altri due giorni liberi il lunedì e il martedì (o il giovedì e il venerdì dopo le vacanze), avremo un lungo fine settimana di novembre: 4 giorni di riposo dal lavoro.

Ognissanti o Ognissanti?

Qual è la differenza tra l’1 e il 2 novembre? Mentre il 1 novembre è il giorno di Ognissanti, il 2 novembre è il cosiddetto Giorno dei morti. Era il giorno dei defunti che, secondo la tradizione, sulle tombe venivano accese le candele. Oggi, tuttavia, la maggior parte dei polacchi decide di farlo il 1° novembre, un giorno festivo.

I cimiteri più interessanti della Polonia nel giorno di Ognissanti 2023

Nel giorno di Ognissanti possiamo avere più tempo per viaggiare e camminare grazie al ponte. È bene approfittare di questa occasione e di questo insolito periodo dell’anno per visitare cimiteri interessanti e pittoreschi, non solo quelli dove sono sepolti i nostri defunti. La Polonia è piena di necropoli sorprendenti e insolite, piene di storia affascinante, bellissima architettura e un’atmosfera speciale.

Presentiamo una galleria dei 15 cimiteri più insoliti della Polonia, che vale la pena visitare nel giorno di Ognissanti, così come in qualsiasi altro periodo dell’anno: sono sempre belli e affascinanti. Tra questi troverai:

  • Probabilmente il cimitero più antico della Polonia
  • Cimitero ariano con piramide polacca
  • Misterioso cimitero del colera a Varsavia
  • Khachkar armeno con la tradizionale pietra a croce
  • La necropoli più estesa della Polonia
  • Vecchi cimiteri di ebrei e musulmani polacchi
  • Sito commemorativo per le guide dei Tatra
  • Tombe di ex governanti

Il cimitero più bello dove passeggiare il giorno di Ognissanti 2023? Ecco 15 luoghi insoliti in Polonia: piramidi, mizar, tombe colleriche e altri

Il giorno di Ognissanti è un’ottima occasione per fare una suggestiva passeggiata al cimitero. Abbiamo selezionato per voi 15 tra i cimiteri e necropoli polacchi più insoliti di varie denominazioni e di epoche diverse. Dove venivano sepolti i collerici a Varsavia, cos’è un mizar, qual è il cimitero polacco più grande? Vi invitiamo alla galleria dei segreti e delle curiosità dei cimiteri polacchi.

Kruszyniany: mizar, cioè cimitero musulmano

I musulmani vivono sul suolo polacco dal XIV secolo e oggi sono concentrati intorno a Białystok. Sono per lo più tartari, sunniti della scuola hanafita, la più liberale delle quattro principali scuole dell’islam sunnita. Servirono fedelmente la Polonia, e nel periodo tra le due guerre il Gran Mufti Jakub Szynkiewicz commosse più volte gli alim (docenti) dell’Università coranica Al-Azhar del Cairo, raccontando loro di “Bulunia” (Polonia), un paese in Europa dove i musulmani possono esercitare la loro professione. religione senza alcun ostacolo.

Tombe tartare nella foresta

Kruszyniany ospita uno dei mizar meglio conservati, ovvero i cimiteri musulmani della Polonia. Il cimitero risale al XVII secolo ed è utilizzato ancora oggi.

Una passeggiata intorno al mizar tartaro

Visitare questo luogo è un’occasione unica per conoscere la cultura e la spiritualità musulmana, soprattutto perché la vicina moschea è aperta ai visitatori.

Non solo Kruszyniany

Il mizar di Lebiedziewo non è ben conservato come quello di Kruszyniany, ma sulle lapidi si possono ancora leggere iscrizioni in russo e arabo che commemorano i tartari che si stabilirono qui nel XVII secolo. A Lebiedziewo si trova la più antica tomba tartara conosciuta in Polonia


. La sepoltura risale al 1704.

Il più grande cimitero polacco: il cimitero centrale di Stettino

Il Cimitero Centrale di Stettino è la più grande necropoli polacca in termini di superficie e la terza più grande d’Europa in termini di superficie. Tuttavia, la dimensione non è la sua principale caratteristica distintiva.

Il cimitero è eccezionalmente curato e molto pittoresco. Nel suo territorio sono presenti corsi d’acqua, che possono essere attraversati su pittoreschi ponti di legno, e sono presenti numerosi alberi e aree verdi.

Khachkar armeno in ul. Santo Nicola a Cracovia

Il nostro tour dei cimiteri unici della Polonia continua a Cracovia. In ul. Kopernika 9, accanto alla chiesa di S. Nicholas, c’è un khachkar, la pietra della croce armena. Questo è il luogo dove tradizionalmente gli armeni di Cracovia venivano per commemorare il massacro armeno commesso dai turchi nel 1915-1917, così come altre tragiche persecuzioni.

Khachkar è stato inaugurato nel 2004. Il monumento è stato progettato da Jacek Chrząszczewski. È dominato dal caratteristico motivo della “croce fiorita” e da ornamenti orientalizzanti.

Varsavia: cimitero collerico

Il Cimitero Collerico di Varsavia è un luogo straordinario, ricco di atmosfera, ma purtroppo la sua storia non è delle più felici. Qui furono sepolte quasi 500 vittime dell’epidemia di colera che colpì Praga nel 1872-1873. Per ridurre il rischio di una recidiva dell’epidemia, il cimitero fu situato lontano dalla città, in un luogo di difficile accesso. Oggi si trova dietro la foresta e gli argini ferroviari.

Cimitero del colera a Varsavia

Non c’è da stupirsi che un luogo così isolato sia stato dimenticato per molto tempo. Nel 1908 furono scoperti accidentalmente dagli operai che costruivano un nodo ferroviario. Resti umani cominciarono ad emergere da sotto le loro pale. Le autorità di Varsavia trasferirono quindi tutti i corpi in una fossa comune, contrassegnata con una croce di pietra e circondata da un muro. In questa forma il cimitero cadde in rovina, nuovamente dimenticato, fino al 2010, quando fu restaurato.

Oggi il cimitero del colera di Varsavia è ancora un luogo poco conosciuto, anche se a volte qui si possono incontrare persone che desiderano pace e tranquillità. Quale posto migliore per percepire l’atmosfera straordinaria e leggermente inquietante alla luce delle candele se non il Giorno di Ognissanti 2021.

Cimitero Rakowicki a Cracovia: Tutti i Santi tra un’architettura straordinaria

Il cimitero Rakowice di Cracovia è solo leggermente più giovane del cimitero Powązki di Varsavia. Questo era il luogo di sepoltura sia dei cittadini illustri che di quelli del tutto comuni di Cracovia.

La necropoli con una lunga storia contiene le tombe di molti personaggi famosi, partecipanti alle rivolte indipendentiste e grandi creatori (ad esempio Jan Matejko e Wisława Szymborska sono sepolti qui; altri personaggi famosi sepolti nel cimitero di Rakowicki possono essere trovati QUI ) .

Le lapidi, i monumenti e i mausolei locali sono spesso opera di famosi architetti e scultori, motivo per cui il cimitero Rakowicki è considerato uno dei più interessanti dal punto di vista architettonico di tutta la Polonia.

In questa galleria troverai foto d’archivio di lapidi e tombe insolite del cimitero di Rakowice.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles