28.4 C
Rome
venerdì, Luglio 12, 2024

Ungheria e Slovacchia prendono posizione. Nell’UE non c’è consenso ad aumentare il bilancio per nuovi scopi

Ungheria e Slovacchia prendono posizione. Nell’UE non c’è consenso ad aumentare il bilancio per nuovi scopi

Ungheria e Slovacchia prendono posizione. Finora non c’è consenso nell’Unione europea sulla necessità di aumentare il bilancio comunitario di 60 miliardi di euro. La maggior parte di questo importo sarebbe destinata a sostenere l’Ucraina. Due paesi non lo vogliono, tra cui la Slovacchia, dove Robert Fico è appena tornato a capo del governo. Il vertice di due giorni è iniziato giovedì a Bruxelles . I leader dei 27 paesi della Comunità hanno discusso per diverse ore, ma niente. Non hanno raggiunto un accordo sull’aumento del bilancio europeo. Ciò era prevedibile dopo le recenti dichiarazioni dei due principali freni: Ungheria e Slovacchia. 

Vertice UE. Non c’è ancora il consenso per aumentare il bilancio dell’UE

Prima del vertice di mercoledì sera, il capo di gabinetto del primo ministro ungherese Gergely Gulyas ha dichiarato che il suo governo ritiene inaccettabile la volontà dell’Unione europea di finanziare l’Ucraina per i prossimi quattro anni. Ha sostenuto che l’effetto di tali azioni sarebbe quello di prolungare la guerra. Il giorno dopo, lo stesso Viktor Orban ha espresso la sua opposizione . 

“Abbiamo una strategia di pace trasparente e molto chiara. Tutti i possibili canali di comunicazione con i russi devono essere aperti, altrimenti non c’è alcuna possibilità di pace”, ha aggiunto (citazione da RMF FM  ) . Una settimana e mezza fa , Orban si è recato in Cina per un incontro sull’iniziativa cinese dei cosiddetti Cintura e strada. Il suo incontro con Vladimir Putin ha suscitato molti commenti: nelle foto ufficiali, Orban saluta l’autore dell’aggressione contro l’Ucraina stringendogli la mano. Ha poi assicurato di non essere mai stato interessato allo scontro con la Russia. 

Per quanto riguarda la Slovacchia, Robert Fico, tornato primo ministro dopo le recenti elezioni, ha annunciato prima del vertice che non sosterrà alcun aiuto militare all’Ucraina. Le sue parole suonano come un’eco della parte ungherese. – Anche se lì sono morte così tante persone, la mappa mostra che dopo un anno di uccisioni a vicenda, le conquiste territoriali della Russia sono maggiori di quelle dell’Ucraina.

 Cosa accadrà il prossimo anno? È chiaro che la situazione non ha soluzione militare. Inoltre non capisco perché l’Unione europea sia in prima linea nell’aiuto militare all’Ucraina, ha detto Fico.  Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel conta su un accordo sull’aumento del bilancio dell’UE entro la fine dell’anno, ma ci sono voci dubbiose sulla possibilità di ciò.

“Questa è una follia”: la Federazione Russa pensa di colpire l’Ucraina con un missile spaziale, ha spiegato Zhdanov

L’UE vuole spendere 66 miliardi di euro in più 

Si tratta di circa 66 miliardi di euro: questa è la cifra in più che Bruxelles vorrebbe spendere entro il 2027, secondo la proposta della Commissione europea. La maggior parte di questo importo costituirebbe fondi destinati all’Ucraina: 50 miliardi di euro. I principali freni qui sono le già citate Ungheria e Slovacchia. Mark Rutte, primo ministro dei Paesi Bassi, favorevole ad un aumento dei pagamenti di bilancio per l’obiettivo ucraino, non vuole accettare altri obiettivi, come l’immigrazione o la competitività. Se non si raggiungerà un accordo sull’aumento dei pagamenti nazionali, come annunciato dal capo della Commissione europea, Ursula von der Leyen, i fondi dovranno essere cercati altrove. Ciò significherebbe tagli ai programmi esistenti. 

Il vertice Ue non riguarda solo il bilancio

Nel corso del vertice di giovedì i leader europei hanno espresso una posizione unanime anche sul conflitto in Medio Oriente, in Israele e nella Striscia di Gaza. Hanno chiesto la creazione di corridoi umanitari e una pausa nelle ostilità per consentire gli aiuti ai civili nella Striscia di Gaza. Allo stesso tempo, hanno sostenuto all’unanimità il diritto di Israele a difendersi in conformità con il diritto internazionale umanitario dopo l’attacco dei terroristi di Hamas . Hanno condannato Hamas per questo attacco e per aver usato i civili come scudi umani. 

Venerdì 27 ottobre, secondo giorno del vertice Ue. I colloqui iniziano alle 10:00. Il tema sarà nuovamente l’Ucraina, così come il tema della migrazione nel contesto della guerra in Medio Oriente. All’ordine del giorno ci sono anche le questioni economiche e il vertice della zona euro a cui parteciperanno i paesi senza moneta comune. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles