26.8 C
Rome
sabato, Giugno 22, 2024

L’offensiva russa nella regione di Kharkiv: quale pericolo attende e se potranno andare a Kiev

L’offensiva russa nella regione di Kharkiv: quale pericolo attende e se potranno andare a Kiev. Cosa sta succedendo vicino a Kharkiv e qual è il piano del nemico per attaccare la città.

L’offensiva russa nella regione di Kharkiv. La situazione nell’oblast di Kharkiv continua ad essere difficile. Putin sta radunando un altro gruppo di truppe vicino al confine con l’Ucraina , a 90 chilometri da Kharkiv. Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyy ha recentemente dichiarato che il nemico si sta preparando ad azioni offensive. Cosa sta succedendo nella direzione di Kharkiv e quali potrebbero essere gli scenari per l’ulteriore sviluppo degli eventi –  ha chiesto TSN.ua all’esperto militare Ihor Romanenko .

Cosa c’è che non va nella linea difensiva?

Il tenente generale spiega che all’inizio di maggio i russi non hanno condotto proprio un’offensiva, ma piuttosto  una ricognizione di combattimento . Hanno portato 4-5 battaglioni con veicoli blindati nel territorio della regione di Kharkiv in ciascuna delle direzioni – Liptsi e Vovchansk , e prima ancora hanno inflitto danni alle posizioni ucraine con sistemi di fuoco a raffica e bombe aeree guidate.

Costruzione di fortificazioni / © Associated Press
Costruzione di fortificazioni / Foto: Associated Press

“Il nemico ha iniziato ad avanzare con l’aiuto di piccole unità che contavano fino a 15 persone , aggirando le nostre roccaforti ed entrandovi dalle retrovie. Ciò è stato fatto, sottolineo, da unità ben preparate. Stiamo parlando di sezioni della linea di difesa che non erano del tutto preparati, chiunque non lo abbia detto, ma accanto alla prima linea di difesa avrebbe dovuto esserci almeno una striscia di sicurezza”, Ihor Romanenko , esperto militare, tenente generale in pensione e vice capo di stato maggiore (2006-). 2010), dice a TSN.ua.

A questo proposito, aggiunge, si può discutere a lungo sui motivi per cui la prima linea di difesa è organizzata in questo modo, ma necessitava di essere rafforzata. “La questione è che lì non c’erano necessariamente strutture di cemento. Avrebbe potuto essere una normale trincea a tutta lunghezza o un sistema di trincee. Ma non c’erano . Questo è precisamente il motivo per cui i russi sono riusciti ad avanzare. Il loro obiettivo è già ovvio – Creare una zona cuscinetto nella regione di Kharkiv, che Putin ha definito “sanitaria” . Purtroppo i russi sono riusciti ad intensificare i loro sforzi lì,” constata il tenente generale.

La situazione nell'oblast di Kharkiv continua ad essere difficile / TSN.ua collage / ©
La situazione nella regione di Kharkiv continua ad essere difficile / collage TSN.ua

Dove potrà muoversi il nemico dopo?

L’esperto aggiunge che al momento il nemico ha due direzioni per un’ulteriore offensiva . Il primo è Vovchansk e il secondo è Liptsi. Da Liptsi a Kharkiv – 26 chilometri . Se i russi riuscissero ad avanzare ulteriormente, rompendo le nostre difese, quando mancheranno 20 chilometri a Kharkiv, il nemico potrà bombardare la città con l’artiglieria da questa distanza, come già nel caso di Kherson . Ecco perché il nostro esercito è ora trincerato a Liptsi e ne detiene la difesa.

“I russi stanno cercando di avanzare il più possibile oltre Liptsi, per creare una zona cuscinetto più ampia . E per poter attaccare costantemente Kharkiv con l’artiglieria da una distanza di 20 chilometri. Per quanto riguarda la direzione verso Vovchansk, ne hanno bisogno per raggiungere Kupyansk , perché gli occupanti non possono in alcun modo farlo. Se i russi riuscissero a catturare Vovchansk, sarà più facile per loro avanzare sul fianco e sul retro del nostro gruppo Kupyan “, spiega l’esperto.

Esercito ucraino / © Stato maggiore delle forze armate / Facebook
Esercito ucraino / Foto: Stato maggiore delle forze armate / Facebook

Quanti soldati nemici sono necessari per attaccare

Sono questi fatti che indicano che i russi stanno pianificando un’offensiva per il futuro. Ma se verrà effettuato un attacco su vasta scala a Kharkiv è una grande domanda. “Secondo le stime degli esperti occidentali, il nemico ha radunato circa 50.000 gruppi nell’area di Kharkiv . Di questi, 35.000 si trovano direttamente sul territorio dell’Ucraina e stanno conducendo operazioni di combattimento. Allo stesso tempo, non dobbiamo dimenticare che Putin lì vengono costantemente accumulate riserve. Inoltre, lì vengono utilizzati molti veicoli corazzati, munizioni, usano attivamente l’aviazione e l’artiglieria ,” dice Ihor Romanenko.

I giganti del commercio hanno un piano per la Polonia. Questa potrebbe essere un’ottima notizia per i clienti.

Allo stesso tempo, l’esperto militare aggiunge che il nemico non ha ancora attuato completamente il suo piano di attacco a Kharkiv .  “Ora è difficile dire cosa stia facendo esattamente il nemico. I russi stanno bombardando attivamente sia la regione di Kharkiv che quella di Sumy . Per quanto ne so, siamo già riusciti a costituire alcune forze per la difesa in direzione di Sumy e ad avanzare su Sumy il nemico ha quindi bisogno di 100.000 uomini. Per quanto riguarda Kharkiv , vorrei ricordarvi che per l’offensiva russa è necessaria una riserva di 150.000 soldati . Attualmente Putin non dispone di tali riserve né per Sumy né per Kharkiv,” nota l’esperto.

Difensore dell'Ucraina / ©
Difensore dell’Ucraina

Putin sta formando due eserciti

Allo stesso tempo, Ihor Romanenko sottolinea che questo è “finora” molto preoccupante . Perché è già noto che i russi stanno formando riserve strategiche:  due eserciti . Si stanno cioè formando 14 divisioni e 16 brigate.  “Si tratta di una forza significativa. L’unica domanda è come e quando esattamente la formeranno. Una domanda ancora più grande è  in quale direzione del fronte verrà utilizzata .

D’altra parte, la Russia ha già formato eserciti simili – all’inizio fine del primo anno di guerra e l’ anno scorso. Ma da allora stavamo avanzando, i russi non avevano abbastanza forze, hanno staccato unità da questi eserciti e le hanno lanciate contro la nostra controffensiva sulla difensiva”, aggiunge il tenente generale.

Kharkiv, Kiev o Sumy

L’esperto sottolinea che la formazione di due nuovi eserciti da parte di Putin è piuttosto allarmante . Grazie all’introduzione di queste riserve, è del tutto possibile formare un gruppo separato su una delle direzioni del fronte. “Potrebbe non essere necessariamente Kharkiv o Sumy. Non escluderei nemmeno Kiev da questa lista. Anche se i russi attualmente non hanno forze sufficienti per attaccare la capitale.

Per attaccare Kiev, il nemico deve fare molti sforzi. La maggior parte Probabilmente i piani del nemico  sono di aggirare Kharkiv, quindi dove verranno schierati esattamente questi eserciti verrà deciso dopo la loro formazione. Il nemico sta cercando di raccogliere 400mila reclute  e oltre 250 grazie alla mobilitazione nascosta”, dice Ihor Romanenko.

Un soldato delle Forze Armate al fronte / © Stato Maggiore delle Forze Armate / Facebook
Un soldato dell’Esercito al fronte / Foto: Stato Maggiore dell’Esercito / Facebook

Una finestra di opportunità che si chiude

L’esperto osserva che dall’anno scorso stiamo discutendo solo su quanto dobbiamo – 300 o 500mila persone,  o se abbiamo bisogno della mobilitazione.”Non avevamo bisogno di chiacchierare per non recuperare il ritardo adesso. Perché, come possiamo vedere, il nemico ne ha pianificati 300-400mila  e sembra che li accumulerà, con tutte le conseguenze deludenti per noi. Quindi , ora è estremamente importante chi mobiliterà le riserve necessarie il prima possibile e le utilizzerà saggiamente .

O la Russia raccoglierà le riserve necessarie e inizierà la seconda fase dell’offensiva, di cui ha parlato il nostro comandante in capo, oppure noi. avrà la forza di raccogliere le riserve adeguate e formare una difesa strategica che distruggerebbe tutti i piani offensivi del nemico “, dice Ihor Romanenko.

Quanto tempo c’è per la preparazione?

L’esperto dice che non c’è molto tempo fino alla metà di giugno . Dopotutto, la riserva disponibile deve ancora essere addestrata, armata e almeno minimamente addestrata. “Se la preparazione della riserva avverrà a pieno ritmo, la questione dell’offensiva russa potrebbe allungarsi un po’ nel tempo.

Diciamo, fino alla metà o alla fine dell’estate . Ma Putin potrebbe non lasciarsi guidare da queste regole e da questa logica e stabilire compiti esclusivamente politici: lanciare in battaglia truppe mobilitate e soldati non addestrati . Questa pratica era già ampiamente utilizzata dai generali russi,” dice l’esperto.

Forze armate al fronte / © Stato maggiore delle Forze armate / Facebook
Esercito al fronte / Foto: Stato Maggiore dell’Esercito / Facebook

Una finestra di opportunità che si chiude

Romanenko nota che questo è il motivo per cui il dittatore russo esercita pressioni sul mondo con la minaccia dell’uso di armi nucleari . Inoltre, Putin non ferma gli attacchi missilistici contro le pacifiche città ucraine e non rifiuta i piani per la loro ulteriore cattura. “Si prevede che ci sarà un’ulteriore campagna sulla questione della legittimità del presidente Zelenskyj. A questo scopo, il “legittimo Yanukovich” è già stato portato a Minsk. Questi sono gli approcci di Putin.

Si comporta in questo modo perché lo capisce chiaramente la finestra di opportunità che gli Stati Uniti hanno concesso alla Russia per sei mesi, ritardando con il nostro aiuto sotto forma di armi e attrezzature, si sta già chiudendo e, con l’aiuto degli stessi americani ed europei, Putin sta cercando di sfruttare questo tempo a sua disposizione e cerca di raccogliere le forze per condurre la seconda fase dell’offensiva strategica”, conclude Igor Romanenko. In precedenza, TSN.ua ha riferito che  la Russia sta preparando una nuova offensiva: dove il nemico potrebbe colpire nel prossimo futuro.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles