7.2 C
Rome
lunedì, Marzo 4, 2024

I giorni più freddi della storia della Polonia. È qui che sono stati fissati valori record

I giorni più freddi della storia della Polonia. È qui che sono stati fissati valori record.  Nonostante le gelate di due gradi registrate in quasi tutta la Polonia, la temperatura è lontana dai record registrati. 

I giorni più freddi della storia della Polonia. È qui che sono stati fissati valori record.   ha avuto il suo peso negli ultimi giorni. Nonostante le gelate di due gradi registrate in quasi tutta la Polonia, la temperatura è lontana dai record registrati. Nel 1929, misurazioni non ufficiali effettuate a Tarnów (Voivodato della Piccola Polonia) mostrarono fino a -43 gradi Celsius. È interessante notare che non era l’inverno del secolo. Questo è arrivato solo 50 anni dopo.

Il record ufficiale di freddo in Polonia fu stabilito l’11 gennaio 1940 a Siedlce. A quel tempo, i termometri registravano fino a -41 gradi Celsius. È importante sottolineare che questa temperatura si è rivelata essere solo un fenomeno locale . Al di fuori di Siedlce non si sono registrati valori così bassi. L’inverno del 1940 non fu particolarmente rivoluzionario. Lo stesso non si può dire di quello del 1928/1929, quando per diverse settimane in molte regioni i valori non superarono i -20 gradi Celsius. 

La temperatura più bassa in Polonia. Dove erano le temperature record?

Secondo le misurazioni ufficiali, il 10 febbraio 1929, in quattro città della Polonia meridionale furono registrate temperature inferiori a -40 gradi Celsius: -40,1 ​​gradi Celsius a Sianki (Voivodato della Carpazia), -40,4 gradi Celsius a Poronin (Voivodato della Piccola Polonia ) . -40,4 gradi Celsius a Olkusz (Voivodato della Piccola Polonia) e -40,4 gradi Celsius a Żywiec (Voivodato della Slesia). Dati non ufficiali dicono che il 2 febbraio dello stesso anno vicino a Cracovia la temperatura scese fino a -42 gradi Celsius, e a Tarnów l’11 febbraio fino a -43. 

In questo caso è difficile parlare di una città nel contesto del record del freddo, ma è noto che il 10 e l’11 febbraio 1929 furono tra i giorni più freddi della storia della Polonia. Anche nel 1963 si registrarono gelate di lunga durata. Il 19 gennaio i termometri di Płock hanno registrato -35,6 gradi Celsius. L’ultimo giorno di febbraio dello stesso anno la temperatura a Rzeszów scese a -35,8 gradi Celsius.

Per molti, quest’inverno è stato decisamente disastroso. A causa della carenza di corrente nella rete energetica nazionale, il riscaldamento, tra l’altro, di chiese e negozi era esclusivo . Non c’era modo di viaggiare in treno, perché le rotaie e le funi della trazione elettrica si rompevano a causa del gelo. 

L’inverno del secolo portò nevicate disastrose

Nonostante i problemi degli anni ’60, l’inverno 1978/79 fu considerato l’inverno del secolo. Fu lei che, nonostante la mancanza di gelate estreme, portò nevicate disastrose . Valori minimi record sono stati registrati solo localmente in città come Kielce (-33,9 gradi Celsius), Zamość (-31,6 gradi Celsius) e Chojnice (-25,7 gradi Celsius). A causa delle forti nevicate, molti abitanti del villaggio sono rimasti intrappolati nelle case sepolte. Una copertura nevosa record è stata registrata a Suwałki (84 cm), Łódź (78 cm) e Varsavia (70 cm). Auto coperte di neve e linee elettriche abbattute. Il problema si è presentato anche in primavera, quando tonnellate di ghiaccio e neve sui fiumi hanno cominciato a sciogliersi in massa, provocando enormi inondazioni. 

A Kryvyi Rih, a causa dell’incidente, la città è rimasta senza elettricità e riscaldamento

Gli inverni polacchi stanno diventando sempre più miti

Negli ultimi anni, a causa dei continui cambiamenti climatici, gli inverni stanno diventando più caldi. Secondo i dati IMWM ,  il riscaldamento tra il periodo invernale 1961-1990 e 1994-2023 è stato pari a 1,3 gradi Celsius. Gli ultimi 20 anni hanno visto un aumento particolarmente rapido della temperatura media di tutte le stagioni. Ad esempio, l’inverno 2019/20 è stato registrato come un caldo record. A quel tempo non esisteva inverno termico al di fuori delle cime delle montagne. 

L’inverno dello scorso anno è stato il sesto inverno più caldo del 21° secolo. Tuttavia, ciò non significa che ci siamo completamente sbarazzati degli inverni gelidi. La nostra regione è caratterizzata da ampie fluttuazioni delle condizioni meteorologiche , comprese quelle osservate di anno in anno. Ciò significa grandi differenze di temperatura e nevosità nei singoli inverni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles