22.3 C
Rome
sabato, Luglio 20, 2024

Durante la messa di mezzanotte mons. Jędraszewski ha parlato della televisione polacca e della Repubblica popolare polacca

Durante la messa di mezzanotte mons. Jędraszewski ha parlato della televisione polacca e della Repubblica popolare polacca. “Soffrono, a volte piangono anche”

– Anche noi, a distanza di 2023 anni da questo evento memorabile, decisivo per le sorti dell’intera umanità, ci ritroviamo immersi nel mistero di una notte silenziosa e santa. (…) Una notte di luminosità, nonostante le azioni di alcuni che, in questi giorni, vogliono riportarci ai tempi di oscurità della Repubblica Popolare Polacca rimuovendo croci e presepi di Betlemme da alcuni uffici polacchi – ha detto Mons. Marek Jędraszewski, durante la messa di mezzanotte nella cattedrale del Wawel a Cracovia.

L’arcivescovo metropolita di Cracovia ha celebrato la messa nella cattedrale del Wawel e ha pronunciato davanti ai fedeli un’omelia natalizia, nella quale ha fatto riferimento ai cambiamenti apportati alla televisione polacca e ha paragonato l’attuale situazione politica dopo le elezioni parlamentari alla “reintroduzione dell’oscurità tempi della Repubblica popolare polacca.” Ha detto a coloro che ascoltavano di proteggersi dalle “stelle rosse”.

Proprio perché siamo figli della luce e figli del giorno, dobbiamo fare tutto affinché la nostra vita quotidiana sia come alla luce della stella di Betlemme. E questo significa: dobbiamo proteggerci dai vari tipi di stelle rosse a noi note dal passato comunista. E anche contro le star moderne che vogliono trascinarci nell’infelice oscurità dell’odio, del disprezzo del prossimo, della violenza

– ha detto Jędraszewski.

La Federazione Russa ha attaccato l’Ucraina con i droni: dove sono state le esplosioni e quanti obiettivi nemici sono stati abbattuti

Durante la messa di mezzanotte mons. Jędraszewski ha parlato della televisione polacca e della Repubblica popolare polacca

– Anche noi, a distanza di 2023 anni da questo evento memorabile, decisivo per le sorti dell’intera umanità, ci ritroviamo immersi nel mistero di una notte silenziosa e santa. Una notte di chiarezza che ci permette di scoprire innanzitutto la nostra identità cristiana. Una notte luminosa, nonostante le azioni di alcuni che, in questi giorni, vogliono riportarci ai tempi bui della Repubblica Popolare Polacca rimuovendo croci e presepi di Betlemme da alcuni uffici polacchi – ha detto mons. Marek Jędraszewski. Ha aggiunto che l’identità cristiana in questa silenziosa notte santa mostra «che dobbiamo incontrare il Figlio di Dio, e quindi avere la forza della fede e il coraggio dello spirito per cercarlo, per andare incontro a Lui, come hanno fatto nei secoli i pastori fa, e anche “I saggi dell’Oriente”.

Il metropolita di Cracovia si è chiesto dal pulpito “perché si vuole limitare arbitrariamente il numero delle ore dedicate al catechismo nelle scuole, durante le quali, mentre si predica la verità su Cristo, si predica la piena verità sull’uomo?”. – Perché questo attacca le basi stesse della cultura europea e occidentale? Perché volete mutilare spiritualmente le future generazioni di bambini e giovani polacchi, come già avveniva nel nostro paese ai tempi della Repubblica popolare polacca? E perché non si vuole amare l’uomo in tutta la verità della sua umanità, che comprende anche la dimensione della trascendenza, cioè il rapporto dell’uomo con Dio? – ha detto Jędraszewski. Ha spiegato inoltre che “ogni persona è amata da Dio stesso e questa è la base dell’umanesimo cristiano”. – Non possiamo comprendere noi stessi senza Cristo – ha sottolineato il Metropolita di Cracovia.

Successivamente nell’omelia si è riferito direttamente alla televisione polacca e ai cambiamenti introdotti dal nuovo governo di coalizione. – La storia della Polonia cristiana è la meravigliosa storia dei polacchi che amavano la libertà sopra ogni altra cosa. Il dolore è ancora più grande quando, dopo decenni di lotta, si tenta nuovamente di privarci o almeno di limitare la nostra libertà civile, ha affermato il sacerdote.

Gli effetti di tutto ciò ci sono già. Sento di persone che soffrono davvero molto, a volte anche piangono, perché non possono recitare la Coroncina della Divina Misericordia, collegandosi, grazie alla trasmissione della Televisione Polacca, con chi prega ogni giorno nel Santuario di Łagiewniki. Inoltre, ci sono altre persone veramente ferite che improvvisamente apprendono, a volte anche dai media, di aver perso il lavoro da un giorno all’altro, ora dopo ora.

– ha detto Jędraszewski a Wawel.

Cambiamenti di autorità in TVP, Polskie Radio e PAP

Mercoledì il Ministero della Cultura e del Patrimonio Nazionale ha annunciato che il capo del ministero, Bartłomiej Sienkiewicz, ha licenziato i presidenti della televisione polacca, della radio polacca,  dell’agenzia di stampa polacca  e del consiglio di vigilanza. Come è stato sottolineato, il ministro lo ha fatto “in qualità di autorità che esercita i diritti di proprietà della Tesoreria dello Stato, che detiene il 100% delle azioni delle società, agendo sulla base delle disposizioni del Codice delle società commerciali”. Sienkiewicz ha anche nominato nuovi consigli di sorveglianza, che a loro volta hanno nominato i nuovi consigli di amministrazione di queste società. Paweł Majcher è diventato il nuovo presidente della Radio polacca,  Tomasz Sygut  – della televisione polacca e Marek Błoński – dell’Agenzia di stampa polacca. 

“La necessità e la giustificazione di questo tipo di azione è stata determinata dalla risoluzione del Sejm della Repubblica di Polonia del 19 dicembre 2023 sul ripristino dell’ordine giuridico, nonché sull’imparzialità e l’affidabilità dei media pubblici e della stampa polacca Agenzia. La decisione di revocare gli attuali organi e di nominarne di nuovi è stata assunta nelle Assemblee dei Soci dal  titolare delle  Società, rappresentato dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali, il quale gode di piena autonomia in tali decisioni,” si legge nel comunicato stampa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles