15.7 C
Rome
mercoledì, Giugno 12, 2024

L’Ungheria blocca l’ingresso dell’Ucraina nell’Ue: Kuleba parlerà con Sijarto

L’Ungheria blocca l’ingresso dell’Ucraina nell’Ue: Kuleba parlerà con Sijarto. L’Ungheria si oppone all’adesione dell’Ucraina all’Unione europea.

Il ministro degli Affari esteri dell’Ucraina, Dmytro Kuleba, ha affermato che la riunione del Consiglio europeo del 14 e 15 dicembre a livello dei leader degli Stati membri dell’Unione europea sarà molto difficile. L’Ungheria blocca tutte le questioni riguardanti l’Ucraina al vertice UE.   Lo ha detto il capo del Ministero degli Affari Esteri dell’Ucraina nel briefing prima dell’inizio della riunione del Consiglio dell’Unione europea a livello dei ministri degli Esteri e dell’incontro del Partenariato orientale a Bruxelles, scrive UNIAN.  

Dmytro Kuleba ha annunciato che oggi avrà il primo incontro personale con il ministro degli Esteri ungherese, Péter Szijártó, dall’inizio dell’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia.  “Questo fatto parla da solo. Continuiamo il dialogo e parliamo con l’Ungheria. E come ho detto, l’Ucraina ha cambiato la sua legislazione riguardante l’educazione e l’uso delle lingue delle minoranze nazionali come voleva l’Ungheria. Questo fatto dovrebbe essere rispettato “, ha sottolineato Kuleba. .

Come ha osservato il ministro, quattro questioni specifiche legate all’Ucraina sono attualmente all’ordine del giorno: l’avvio dei negoziati di adesione, la creazione del Fondo ucraino per 50 miliardi di euro per il periodo 2024-2027, il proseguimento del finanziamento del Fondo europeo per la pace per l’acquisto di armi per l’Ucraina e l’approvazione del 12° pacchetto di sanzioni contro la Russia.

“Ma la decisione più importante, ovviamente, è l’apertura dei negoziati di adesione. Non posso immaginare e non voglio nemmeno parlare delle conseguenze devastanti che si presenteranno se il Consiglio europeo non riuscirà a prendere questa decisione non solo nei confronti dell’Ucraina, ma in un senso più ampio per quanto riguarda l’espansione della questione in generale”, ha sottolineato. Entro marzo 2024, l’Ucraina dovrà introdurre quattro leggi e dimostrare progressi nella lotta alla corruzione. Secondo Kuleba, di queste quattro leggi, la Verkhovna Rada ucraina ne ha già approvate tre, e sono già state firmate dal presidente Volodymyr Zelenskyi. 

Tymoteusz, 15 anni, ritrovato dopo pochi giorni. Lo conferma la polizia

Tali leggi riguardano la Procura specializzata anticorruzione, l’Ufficio nazionale anticorruzione e l’educazione e l’uso delle lingue minoritarie nazionali in conformità con le raccomandazioni della Commissione di Venezia.  Come ha assicurato il capo del MAE, verrà approvato anche il quarto disegno di legge sul lobbismo. Il ministro ha detto che se l’Ungheria blocca l’inizio dei negoziati di adesione, ciò non fermerà il processo, l’allargamento avrà luogo e l’Ucraina diventerà membro dell’Unione europea. Ma questo processo avverrà con un ritardo.

“L’Ucraina diventerà membro dell’UE. L’unica domanda è se qualcuno sarà in grado di fermarlo, e un risultato del genere costerà caro, oppure procederemo senza ostacoli e nessuno dovrà cercare un’opzione per salvare la faccia “, ha riassunto Kuleba. Si ricorderà che in Ungheria sono stati commentati gli emendamenti alla legislazione sulle minoranze nazionali in Ucraina.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles