4.2 C
Rome
lunedì, Aprile 15, 2024

Il prezzo dell’indipendenza. Ricordiamo i polacchi che hanno combattuto e sono morti in Ucraina

Il prezzo dell’indipendenza. Ricordiamo i polacchi che hanno combattuto e sono morti in Ucraina

Il prezzo dell’indipendenza. Hanno difeso l’Ucraina per amore del paese vicino e per la sensazione che sul fronte ucraino si giocasse il destino della storia. Sono morti a causa dei bombardamenti russi e delle trappole esplosive mentre combattevano i russi. Veterani esperti in missioni, così come soldati senza esperienza precedente che vogliono aiutare gli ucraini in combattimento. Ricordiamo i polacchi che hanno combattuto e sono morti in Ucraina.

Non si sa esattamente quanti polacchi stiano combattendo in Ucraina. Stranieri provenienti da oltre 50 paesi combattono nella Legione Internazionale Ucraina. Compresi americani, canadesi, britannici. Tra gli stranieri che combattono a fianco dell’Ucraina ci sono anche dei polacchi. Alcuni di loro sono venuti a difendere il paese vicino subito dopo l’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte dell’esercito russo il 24 febbraio 2022. Nel 105° anniversario della riconquista dell’indipendenza della Polonia, descriviamo le storie di alcuni polacchi che morirono combattendo per l’indipendenza dell’Ucraina. 

Ricordiamo i polacchi morti in Ucraina

Il 17 luglio 2022, vicino alla città di Izium nell’oblast di Kharkiv, il primo cittadino polacco è morto sul fronte dopo l’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia: un soldato della Legione Internazionale, Tomasz Walentek. L’uomo è morto a causa delle schegge durante il fuoco dell’artiglieria russa. Era un combattente di MMA e ha preso parte a gala amatoriali. Tomasz aveva già esperienza militare: servizio nell’esercito polacco, partecipazione a missioni militari in Kosovo e Afghanistan.

Si unì alla Legione Internazionale dell’Ucraina subito dopo lo scoppio della guerra. “Era un compagno di squadra modesto e calmo, una brava persona e un tipo duro”, ha detto l’allenatore di Tomasz, Piotr Jeleniewski. 

Il 25 novembre 2022 si sono verificati accesi scontri con i russi sul fronte orientale in Ucraina. L’esercito ucraino non ha permesso ai russi di penetrare nella difesa vicino a Bakhmut. È stato in questo giorno che un cittadino polacco è stato ucciso mentre difendeva l’Ucraina in un’unità speciale dei servizi segreti. Daniel Sztyber aveva 35 anni e aveva aiutato gli ucraini fin dall’inizio dell’invasione.

Gdynia. Sul balcone è stato trovato il corpo di un neonato. “Il corpo del bambino era in una borsa”

Daniel è morto durante una missione di combattimento. Il suo gruppo doveva determinare la posizione esatta delle truppe russe, il che avrebbe aiutato a coordinare l’attacco ucraino. Tuttavia, i soldati si sono imbattuti in una mina e Daniel è rimasto ferito. Durante il trasporto in ospedale, il soldato è morto nell’autoblindo in cui era stato trasportato.

In un giorno, il 4 dicembre 2022, sono morti sul fronte in Ucraina il 33enne Krzysztof Tyfel e il 41enne Janusz Szeremeta. Krzysztof Tyfel ha combattuto nella Legione Internazionale dell’Ucraina. “Quando è scoppiata la guerra in Ucraina, ha detto che doveva andare lì perché la gente era ferita”, ha detto Adam Dłużniak, vice comandante dell’Associazione dei fucilieri, citato da TVN24 . “Sento che dovrei essere lì”, ha detto quando gli ho chiesto se era sicuro della decisione. Come ha detto, lui stesso non ha famiglia e grazie al fatto che sarà lì, uno degli ucraini che ha famiglia, ha figli, potrà restare a casa e potrà sostituirlo in questa guerra, ha detto Dłużniak. 

Janusz Szeremeta aveva 41 anni. Amava l’Ucraina ed era appassionato dei cosacchi ucraini. “Sono con voi, ucraini, fino alla fine. Sapete che vi amo. Lotterò per la vostra libertà e, naturalmente, per la nostra”, ha detto Janusz Szeremeta in una delle registrazioni pubblicate su Facebook. 

Il 21 febbraio il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyj ha conferito postumo l’ordine “Per il coraggio” di 3° grado al caporale Janusz Szeremeta e al soldato semplice Krzysztof Tyfl.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles