giovedì, Settembre 21, 2023
CroaziaAttualitàSeaClear: 44 chili di rifiuti raccolti dai fondali di...

SeaClear: 44 chili di rifiuti raccolti dai fondali di Cavtat

-

L’agenzia regionale DUNEA in collaborazione con l’Università di Dubrovnik e l’ente pubblico per la gestione delle aree naturali protette della contea di Dubrovnik-Neretva, nell’ambito del progetto SeaClear, ha organizzato la pulizia dei rifiuti dal mare nella baia di Tiha a Cavtat. In questa occasione, cinque subacquei del club subacqueo EPIDAURUM hanno raccolto 44 chilogrammi di varie frazioni di rifiuti dai fondali marini in una sola ora.

Come è nato e perché il progetto SeaClear?

Questo evento vuole soprattutto attirare l’attenzione sulle enormi quantità di plastica che si trovano nei fondali marini e incoraggerà i cittadini a considerare l’utilizzo di opzioni sostenibili nella vita di tutti i giorni ed evitare i prodotti usa e getta. Ben il 90% dei rifiuti nei nostri mari è plastica. A causa di numerosi processi, nel tempo, i rifiuti di plastica vengono frammentati in piccole particelle di microplastiche che diventano ulteriormente irreversibilmente parte della catena alimentare, che alla fine raggiunge l’uomo. Quindi, possiamo dire con certezza che la plastica è “senza fine” e che “non scompare mai”. Il trattamento dei rifiuti del mare nella baia di Tiha fornisce informazioni sulle varie frazioni di rifiuti che si possono trovare nel mare e servirà come dati preziosi per gli scienziati nella prototipazione del sistema robotico autonomo del progetto SeaClear.


Più di un milione di turisti in Croazia in questo momento

Come si finanzia il progetto?

Il budget totale del progetto SeaClear è di poco inferiore a 38 milioni di Kuna ed è finanziato completamente dall’Unione Europea – il programma HORIZON 2020, attraverso il quale sono stati forniti più di sei milioni di Kuna per la Contea di Dubrovnik-Neretva. Gli unici partner croati sono l’Agenzia Regionale DUEA e l’Università di Dubrovnik. È stato richiesto su invito di Information and Communication Technologies 2018-2020, uno schema di finanziamento scientifico-innovativo (RIA), e su un totale di 56 candidati, è uno dei quattro progetti approvati per il finanziamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest news

Gli slovacchi hanno già raggiunto un accordo sul grano. L’Ucraina sospende la denuncia all’OMC

Gli slovacchi hanno già raggiunto un accordo sul grano. L'Ucraina sospende la denuncia all'OMC. Fino a quando questo sistema non...

Una svolta improvvisa per quanto riguarda l’embargo ucraino su mele e verdure polacche. La dichiarazione di Taras Kaczka

Una svolta improvvisa per quanto riguarda l'embargo ucraino su mele e verdure polacche. La dichiarazione di Taras Kaczka Svolta improvvisa...

Gli ungheresi commentano la disputa sulle importazioni di grano. “Prefigurazione di futuri conflitti”

Gli ungheresi commentano la disputa sulle importazioni di grano. "Prefigurazione di futuri conflitti" Gli ungheresi commentano la disputa sulle importazioni di...

Ambasciatore dell’Ucraina: Nessuno nel nostro paese vorrebbe problemi per gli agricoltori polacchi

Ambasciatore dell'Ucraina: Nessuno nel nostro paese vorrebbe problemi per gli agricoltori polacchi In Ucraina non c'è nessuno che abbia interesse...
- Advertisement -spot_img

L’ambasciatore polacco negli USA spiega le parole del primo ministro Morawiecki sugli armamenti per l’Ucraina. “Sleale”

L'ambasciatore polacco negli USA spiega le parole del primo ministro Morawiecki sugli armamenti per l'Ucraina. "Sleale" Giovedì i media di tutto...

Un uomo in fiamme per le strade di Varsavia. La guardia cittadina è corsa in aiuto dell’uomo

Un uomo in fiamme per le strade di Varsavia. La guardia cittadina è corsa in aiuto dell'uomo. Un uomo in...

Must read

Gli slovacchi hanno già raggiunto un accordo sul grano. L’Ucraina sospende la denuncia all’OMC

Gli slovacchi hanno già raggiunto un accordo sul grano. L'Ucraina...

Potrebbero interessartiRELATED
Recommended to you