martedì, Settembre 27, 2022
KazakistanCronacaÈ così che la Russia rende difficile per il...

È così che la Russia rende difficile per il Kazakistan esportare petrolio nell’UE. Che coincidenza insolita

-

È così che la Russia rende difficile per il Kazakistan esportare petrolio nell’UE. Che coincidenza insolita. In risposta, il Kazakistan sta cercando in modo dimostrativo soluzioni alternative.

È così che la Russia rende difficile per il Kazakistan esportare petrolio nell’UE. La Russia minaccia ancora una volta di bloccare le esportazioni di petrolio kazako verso l’UE attraverso il terminal del Mar Nero. In risposta, il Kazakistan sta cercando in modo dimostrativo soluzioni alternative. Che straordinaria coincidenza: il 4 luglio, il presidente del Kazakistan, Kasym-Żomart, Tokayev, ha annunciato in una conversazione telefonica con il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, che il suo paese è pronto ad aiutare l’Unione europea a superare l’attuale energia carenza. Il giorno successivo, un tribunale distrettuale della città portuale russa di Novorossijsk ha ordinato la sospensione del funzionamento del terminal petrolifero attraverso il quale passa per un mese il flusso principale del petrolio kazako verso l’Europa.

Il gasdotto Caspian Pipeline Consortium (CPC), che va dal gigantesco giacimento di Tengiz nel Kazakistan occidentale attraverso il territorio russo fino al Mar Nero, termina a Novorossijsk. È così che la Russia rende difficile per il Kazakistan esportare petrolio nell’UE. Ma il regolatore russo Rostransnadzor ha ora scoperto che gli stabilimenti di Novorossiysk del CPC violano la legislazione ambientale e ha chiesto al tribunale di sospendere la produzione per 90 giorni. Sebbene non sia stato identificato alcun inquinamento ambientale diretto, secondo i media russi, ci sono carenze nel piano per affrontare le fuoriuscite di petrolio in situazioni di crisi. Le autorità kazake stanno cercando, da un lato, di ridurre l’escalation della situazione. Hanno riferito che il terminal era ancora operativo. Il 7 luglio, invece, il presidente Tokayev ha ordinato in modo dimostrativo di cercare alternative al transito del gas.

Il Cremlino manda segnali che Tokayev dovrebbe inchinarsi “Penso che la chiusura del terminal vicino a Novorossijsk, attraverso il quale viene consegnato il petrolio CPC, sia uno di una serie di eventi puramente politici”, afferma DW Mikhail Krutichin, esperto di energia russo e partner della società di consulenza RusEnergy. È così che la Russia rende difficile per il Kazakistan esportare petrolio nell’UE. Krutikhin vede la decisione della corte come una reazione al recente discorso del presidente del Kazakistan. Ha espresso la volontà di utilizzare petrolio e gas dal Kazakistan per aiutare a risolvere i problemi dell’Unione europea, dove potrebbero verificarsi carenze a causa dell’embargo petrolifero dell’UE contro la Russia – afferma. Leyla Alieva, politologo dell’Università di Oxford ed esperta di Europa orientale, ritiene tuttavia che la sentenza della corte non debba essere vista come una risposta diretta alla dichiarazione di Tokayev di voler aiutare l’UE. 

 Il caldo tornerà presto in Polonia – quando esattamente? Sarà fino a 47 gradi in Europa

Putin sta chiudendo un importante corridoio umanitario. Ambasciatore alle Nazioni Unite: questo è un voto per la morte di circa 4 milioni di siriani

La Russia sta portando equipaggiamento militare in Bielorussia

“È stata piuttosto una reazione alla crescente tendenza del Kazakistan a modellare la propria politica indipendentemente da Mosca”, afferma. È così che la Russia rende difficile per il Kazakistan esportare petrolio nell’UE. In questo contesto, Alieva ricorda il discorso di Tokayev al Forum economico di giugno a San Pietroburgo, dove ha inaspettatamente affermato che il Kazakistan non avrebbe riconosciuto in alcun modo gli autoproclamati territori filorussi in Ucraina e avrebbe rispettato le sanzioni occidentali. Lo stesso Kazakistan si considera minacciato dalla Russia. Diversi alti funzionari russi hanno recentemente lasciato intendere che lo scenario ucraino è possibile anche in Kazakistan.

Non la prima fermata delle consegne. L’ultima decisione del tribunale russo di sospendere la spedizione di petrolio kazako non è la prima del suo genere da quando la Russia ha lanciato una guerra su vasta scala con l’Ucraina. IÈ così che la Russia rende difficile per il Kazakistan esportare petrolio nell’UE. l 22 marzo, il porto di Novorossijsk ha informato che le attrezzature utilizzate per il riempimento delle petroliere erano state danneggiate a causa della tempesta. Nei 20 anni di storia dell’oleodotto non si è mai guastato a causa di un temporale , come ha poi notato il quotidiano Handelsblatt: una delle due piattaforme di carico presumibilmente danneggiate è stata riavviata il 23 aprile, mentre l’altra è stata chiusa fino al 1 luglio.

Nel frattempo, il 15 giugno, sono iniziati i lavori di routine nelle acque portuali per la ricerca di mine subacquee della seconda guerra mondiale. Solo una piccola frazione della materia prima poteva essere spedita per 10 giorni. La ricerca delle mine è stata poi prorogata per altri 10 giorni, fino al 5 luglio.

Trovare alternative. Il Cremlino vuole controllare la reazione del Kazakistan a un simile verdetto del tribunale, afferma Leyla Alieva. – Il Kazakistan potrebbe avviare negoziati e fare alcune concessioni. Penso che questo sia ciò su cui conta il Cremlino. Tuttavia, l’effetto di tale pressione è generalmente controproducente. I paesi stanno iniziando a cercare sempre di più fonti di approvvigionamento alternative, alleanze e mercati alternativi, dice.

Ma non è facile trovare vie di esportazione alternative. Pertanto, in un’intervista con Charles Michel Kasym-Żomart, Tokayev ha invitato l’Unione europea a contribuire allo sviluppo di corridoi transcontinentali alternativi, compresa la rotta di trasporto internazionale transcaspica. In particolare, si tratta dell’esportazione di petrolio kazako, aggirando la Russia, lungo il Mar Caspio fino all’Azerbaigian, dove inizia l’oleodotto da Baku via Tbilisi al porto turco mediterraneo di Ceyhan. Ma questa parte deve ancora essere ampliata. Il Kazakistan ha già accesso all’oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan, ma le forniture di petrolio dal Kazakistan attraverso questo gasdotto sono minime.

Leonardo Pietro Moliternihttps://www.notiziedaest.com
Presidente dell'Associazione L'Ancora Capo Redattore Responsabile ma sono soprattutto giornalista, foto reporter e video reporter. Realizzo reportage e documentari in forma breve, in Italia e all'estero. Ho sposato Periodicodaily.com e Notiziedaest.com ed è un matrimonio felice. Racconto storie di umanità varia, mi piace incrociare le fragilità umane, senza pietismo e ribaltando il tavolo degli stereotipi. Per farlo uso le parole e le immagini. Sono un libero giornalista indipendente porto alla luce l'informazione Nazionale e Estera .. Soprattutto Cronaca, Meteorologia, Sismologia, Geo Vulcanologia, Ambiente e Clima.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest news

Scoperta di altre fosse comuni a Izium: intere famiglie sono state torturate

Volodymyr Zelensky sulla scoperta di altre fosse comuni a Izium: intere famiglie sono state torturate. Enormi tombe con centinaia...

Ha sparato al comandante nell’ufficio di mobilitazione. “La prigione è meglio della morte in Ucraina”

Ha sparato al comandante nell'ufficio di mobilitazione. "La prigione è meglio della morte in Ucraina". Molti russi sono contrari all'arruolamento...

Il generale Mud ritorna, seguito solo dall’inverno. Al fronte andrà solo peggio

Il generale Mud ritorna, seguito solo dall'inverno. Al fronte andrà solo peggio. La situazione per i russi può diventare rapidamente...

Media: 261.000 uomini sono già fuggiti dalla Russia dopo lannuncio di Vladimir Putin

 Media: 261.000 uomini sono già fuggiti dalla Russia. Vladimir Putin ha annunciato mercoledì scorso una mobilitazione parziale in Russia . Secondo le...
- Advertisement -spot_img

Volodymyr Zelensky l’ebreo più influente del 2022 nella classifica del Jerusalem Post

Volodymyr Zelensky l'ebreo più influente del 2022 nella classifica del Jerusalem Post. Il presidente dell'Ucraina ha superato, tra gli...

Il presidente Zelenskiy conferma: l’Ucraina ha ricevuto i sistemi NASAMS dagli Stati Uniti

Il presidente Zelenskiy conferma: l'Ucraina ha ricevuto i sistemi NASAMS dagli Stati Uniti. Volodymyr Zelensky ha affermato che si...

Must read

Scoperta di altre fosse comuni a Izium: intere famiglie sono state torturate

Volodymyr Zelensky sulla scoperta di altre fosse comuni a...

Ha sparato al comandante nell’ufficio di mobilitazione. “La prigione è meglio della morte in Ucraina”

Ha sparato al comandante nell'ufficio di mobilitazione. "La prigione è...

Potrebbero interessartiRELATED
Recommended to you