martedì, Settembre 27, 2022
AlbaniaAttualitàAccordo Istanbul: la soluzione per l'esportazione del grano

Accordo Istanbul: la soluzione per l’esportazione del grano

-

I Rappresentanti di Russia, Ucraina, Turchia e Nazioni Unite firmeranno domani a Istanbul un accordo per sbloccare le esportazioni di grano Ucraine attraverso i porti del Mar Nero, come ha annunciato l’ufficio del Presidente Turco Recep Tayyip Erdogan. “Alla cerimonia di firma dell’accordo elaborata sotto gli auspici dell’Onu sarà presente Antonio Guterres, segretario generale di questa organizzazione, mentre la parte Turca sarà rappresentata dal Presidente Erdogan”, si legge nel comunicato.


Russia Donbass: le dichiarazioni di Marcin Wyrwal


Accordo Istanbul: l’importanza di Ucraina e Russia

L’Ucraina e la Russia sono tra i maggiori produttori ed esportatori Mondiali di cereali. Dopo l’invasione Russa dell’Ucraina il 24 febbraio, le esportazioni attraverso i porti del Mar Nero sono state bloccate. Ci sono milioni di tonnellate di grano nei magazzini Ucraini. Il blocco Russo delle esportazioni Ucraine ha contribuito all’aumento dei prezzi dei generi alimentari sui mercati mondiali e secondo le organizzazioni Internazionali potrebbe portare a carenze alimentari in molti paesi dell’Africa e del Medio Oriente. L’Onu e la Turchia stanno lavorando da due mesi per concludere un accordo “completo” con Kiev e Mosca che consentirebbe di riprendere le esportazioni di grano Ucraine attraverso il Mar Nero e di facilitare il trasporto di grano e fertilizzanti dalla Russia, ricorda l’agenzia Reuters.

Accordo Istanbul: il consenso della Russia per le esportazioni

I primi colloqui di contratto si sono svolti la scorsa settimana a Istanbul. Le autorità Turche hanno poi affermato che le parti hanno concordato le disposizioni generali dell’accordo, che saranno specificate e scritte durante la prossima riunione di questa settimana. I dettagli riguardano, tra l’altro la partecipazione delle unità Ucraine alla scorta di navi con grano in entrata e in uscita dai porti attualmente minati, il consenso della Russia a un cessate il fuoco durante il movimento di queste unità e il ruolo della Turchia e delle Nazioni Unite nel controllo delle navi in ​​modo da placare le preoccupazioni Russe sul contrabbando di armi, scrive Reuters. L’accordo prevede anche l’istituzione di un centro di coordinamento a Istanbul in cui tutte le parti sarebbero rappresentate.

Accordo Istanbul: bisogna arginare la crisi alimentare

Finora Mosca ha rifiutato la sua responsabilità di esacerbare la crisi alimentare globale, spiegando che la sua riduzione delle esportazioni di cereali e fertilizzanti è dovuta alle sanzioni impostele dall’Occidente, ricorda Reuters. I paesi occidentali hanno sostenuto che cibo e cibo erano esenti da sanzioni. “Mentre i prodotti Russi (alimentari) non sono interessati dalle sanzioni, ci sono blocchi alle spedizioni, alle assicurazioni e alle banche. Gli Stati Uniti e l’Unione Europea si sono impegnati ad abbattere queste barriere”, ha affermato il ministro degli Esteri Turco Mevlut Cavusoglu in un’intervista televisiva. Quando riusciremo a risolvere questi problemi, si apriranno non solo le esportazioni di cereali e olio di girasole dall’Ucraina, ma anche merci dalla Russia, ha sottolineato il capo della diplomazia Turca.

Le parole di Oleh Nikolenko

“L’accordo con Turchia, Russia e Nazioni Unite sullo sblocco delle esportazioni di grano ucraine deve garantire la sicurezza dell’Ucraina meridionale e il trasporto dei prodotti agricoli”, ha affermato in serata il portavoce del ministero degli Esteri Ucraino Oleh Nikolenko. “In totale potrebbe essere firmato un documento che obbligherà le parti a garantire il funzionamento delle rotte di esportazione nel Mar Nero”, ha affermato il portavoce. Nikolenko ha sottolineato che la delegazione Ucraina firmerà questo accordo solo se garantirà la sicurezza dell’Ucraina e le “posizioni forti” delle sue forze armate nel Mar Nero. “Siamo lieti dell’annuncio della firma di un accordo per sbloccare le esportazioni di grano Ucraine attraverso il Mar Nero, ma riterremo la Russia responsabile del suo rispetto delle disposizioni di questo accordo”, ha affermato il portavoce del Dipartimento di Stato Americano Ned Price.

Accordo Istanbul

L’annuncio della firma dell’accordo è una “svolta di benvenuto”, ma ciò che conta davvero è come verrà attuato l’accordo, ha detto Price in una conferenza stampa. “Naturalmente continueremo a lavorare con i nostri partner per ritenere la Russia responsabile dell’attuazione di questo accordo”, ha sottolineato il portavoce del ministero della diplomazia Statunitense. Prima di tutto non dovremmo mai trovarci in una situazione del genere, ha rimarcato Price riferendosi al blocco dei porti Ucraini del Mar Nero causato dall’invasione Russa. “È stata una decisione deliberata della Federazione Russa quella di utilizzare il cibo come arma”, ha sottolineato Price.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest news

Scoperta di altre fosse comuni a Izium: intere famiglie sono state torturate

Volodymyr Zelensky sulla scoperta di altre fosse comuni a Izium: intere famiglie sono state torturate. Enormi tombe con centinaia...

Ha sparato al comandante nell’ufficio di mobilitazione. “La prigione è meglio della morte in Ucraina”

Ha sparato al comandante nell'ufficio di mobilitazione. "La prigione è meglio della morte in Ucraina". Molti russi sono contrari all'arruolamento...

Il generale Mud ritorna, seguito solo dall’inverno. Al fronte andrà solo peggio

Il generale Mud ritorna, seguito solo dall'inverno. Al fronte andrà solo peggio. La situazione per i russi può diventare rapidamente...

Media: 261.000 uomini sono già fuggiti dalla Russia dopo lannuncio di Vladimir Putin

 Media: 261.000 uomini sono già fuggiti dalla Russia. Vladimir Putin ha annunciato mercoledì scorso una mobilitazione parziale in Russia . Secondo le...
- Advertisement -spot_img

Volodymyr Zelensky l’ebreo più influente del 2022 nella classifica del Jerusalem Post

Volodymyr Zelensky l'ebreo più influente del 2022 nella classifica del Jerusalem Post. Il presidente dell'Ucraina ha superato, tra gli...

Il presidente Zelenskiy conferma: l’Ucraina ha ricevuto i sistemi NASAMS dagli Stati Uniti

Il presidente Zelenskiy conferma: l'Ucraina ha ricevuto i sistemi NASAMS dagli Stati Uniti. Volodymyr Zelensky ha affermato che si...

Must read

Scoperta di altre fosse comuni a Izium: intere famiglie sono state torturate

Volodymyr Zelensky sulla scoperta di altre fosse comuni a...

Ha sparato al comandante nell’ufficio di mobilitazione. “La prigione è meglio della morte in Ucraina”

Ha sparato al comandante nell'ufficio di mobilitazione. "La prigione è...

Potrebbero interessartiRELATED
Recommended to you