14.6 C
Rome
sabato, Luglio 20, 2024

Cosa sogna Alexander Lukashenko? “Non c’è presidenza, è una sciocchezza. Questo è il lavoro più interessante”

Cosa sogna Alexander Lukashenko? “Non c’è presidenza, è una sciocchezza. Questo è il lavoro più interessante”. Il dittatore bielorusso ha rivelato che sogna di mungere le mucche di notte.

Cosa sogna Alexander Lukashenko? – Non c’è nessuna presidenza lì, questa è una sciocchezza – ha detto Alexander Lukashenko durante la visita ad uno dei caseifici. Il dittatore bielorusso ha rivelato che sogna di mungere le mucche di notte. Venerdì Alyaksandr Lukashenko ha visitato uno degli stabilimenti lattiero-caseari nella regione di Dzerzhinsky. Durante un incontro con gli agricoltori locali, ha elogiato la qualità del latte e l’efficienza della produzione. L’agenzia governativa Belta riferisce in un telegramma di propaganda che il dittatore ha parlato di sostegno alla comunità locale. 

Aleksandr Lukashenko sulla mungitura delle mucche: la sogno di notte

Belsat TV, a sua volta, ha pubblicato una registrazione di Lukashenko mentre parlava con la gente del posto. – Non esiste lavoro migliore, ricordalo – dice. – Ho fatto tutto. Non ce n’è uno migliore. Lo sogno ancora di notte. Persone con cui ho lavorato. Sogno le mucche, le mungo lì di notte.

Due città ucraine sono in pericolo: il famoso Molfar ha messo in guardia da una nuova minaccia

Non c’è lavoro migliore, assicura nella registrazione il presidente della Bielorussia . Aggiunge che “non esiste una presidenza, sono tutte sciocchezze”. – Questo è il lavoro più interessante. Persone vive, bovini vivi, piantagioni di piante vive e risultati – sottolinea Lukashenko. 

L’Unione Europea non riconosce il mandato di Alyaksandr Lukashenko

Lukashenko non è riconosciuto da molti paesi occidentali come presidente legale della Bielorussia. Questa posizione ufficiale è stata adottata, tra gli altri, dall’Unione Europea . “L’Unione Europea sottolinea ancora una volta che le elezioni presidenziali svoltesi in Bielorussia il 9 agosto non sono state né libere né corrette. L’Unione Europea non riconosce i loro risultati falsificati . Su questa base, la cosiddetta inaugurazione del 23 settembre 2020 e il nuovo mandato di Alyaksandr Lukashenko non hanno alcuna legittimità democratica.” – ha affermato il capo della diplomazia dell’UE, Josep Borell, in una dichiarazione rilasciata dopo le elezioni truccate del 2020. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles