14.6 C
Rome
sabato, Luglio 20, 2024

L’ufficio rassicura: la passerella Kazimierz – Ludwinów non porterà alla cancellazione di Cracovia dalla lista UNESCO

L’ufficio rassicura: la passerella Kazimierz – Ludwinów non porterà alla cancellazione di Cracovia dalla lista UNESCO

Il municipio di Cracovia ha annunciato che la conservatrice provinciale dei monumenti della Małopolska, Katarzyna Urbańska, ha invitato l’appaltatore responsabile della costruzione del ponte pedonale Kazimierz-Ludwinów ad intraprendere azioni volte a limitare l’interferenza della struttura del ponte pedonale nei viali sul lato Kazimierz. – Le proteste ed i timori degli abitanti riguardo alla cancellazione di Cracovia dalla lista dell’UNESCO sono infondati – sostengono in ufficio.

L’attuazione delle linee guida proposte dal restauratore comporta la necessità di riprogettare la passerella ed eseguire un’analisi statica e di resistenza, che costituirà la base per introdurre le modifiche.

– Sono in corso i lavori sul progetto, che dovrà essere coerente con le disposizioni prese durante la riunione del Conservatore dei monumenti della Małopolska. Le modifiche introdotte includeranno, tra gli altri: sull’abbassamento delle rampe sul lato Kazimierz – dice Kazimierz Łatak, architetto e progettista della passerella.

Łukasz Szewczyk, direttore del Consiglio comunale per gli investimenti, sottolinea che lo scopo delle modifiche è limitare il più possibile l’interferenza delle soluzioni costruttive nel paesaggio e nei viali sul lato di Kazimierz. ‘ufficio sottolinea che la costruzione della passerella è coerente con il piano di sviluppo locale per l’area “Vistula Boulevards”, adottato con una risoluzione del Consiglio comunale di Cracovia, la Strategia di sviluppo di Cracovia “Questo è dove voglio vivere, Cracovia 2030” e lo studio dei percorsi ciclabili di base della città di Cracovia.

– Inoltre, Cracovia ha ottenuto tutti gli accordi, i permessi e le decisioni amministrative necessarie per la costruzione del ponte pedonale. La città ha ottenuto la promessa di cofinanziamento dell’investimento da parte del Programma dell’Ordine polacco per un importo di 65 milioni di PLN e si è assicurata un contributo proprio adeguato per la costruzione del ponte pedonale – aggiungono nel municipio.

Katarzyna Urbańska sottolinea che il ponte pedonale verrà costruito in una zona cuscinetto, non nel centro storico, che è protetto dall’UNESCO, e le modifiche introdotte gli permetteranno di mantenere lo status UNESCO.

Le informazioni sulla minaccia di rimozione del centro storico di Cracovia dalla lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO sono apparse dopo che il comitato cittadino “Boulevards to Us” ha presentato una protesta al direttore del Centro per il patrimonio mondiale dell’UNESCO. Puoi leggere di più a riguardo qui:

Il Comune sottolinea: – È opportuno ricordare che l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO comporta l’adempimento di obblighi specifici. Lo Stato deve riferire al Centro del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO sulle condizioni, la protezione, la conservazione e la gestione del sito per consentire al Comitato del Patrimonio Mondiale di monitorare lo stato di conservazione del sito. L’iscrizione nell’elenco di per sé non migliora di solito la protezione dell’oggetto, che è determinata dalle disposizioni del diritto nazionale.

I passaporti più potenti del mondo 2024. Nella classifica è stata inserita anche la Polonia. Il nostro Paese ha mantenuto la sua posizione

Se un bene iscritto è esposto a minacce gravi e specifiche, il comitato valuterà la possibilità di inserirlo nella Lista del Patrimonio Mondiale in pericolo. Se l’Eccezionale Valore Universale di un bene che ne ha giustificato l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale viene sostanzialmente distrutto, il Comitato prenderà in considerazione la rimozione del bene dalla Lista del Patrimonio Mondiale. La rimozione dalla lista avviene sempre dopo un’analisi approfondita da parte delle organizzazioni consultive sostanziali del Comitato del Patrimonio Mondiale e del segretariato del Comitato, che è il Centro del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

“Non cambierà.” Cezary Tomczyk: La Polonia non è d’accordo a trasferire il sistema Patriot

Finora solo tre siti sono stati rimossi dalla lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO, che esiste dal 1978. L’ultima ad essere ufficialmente cancellata è stata Liverpool, apprezzata nel 2004, tra l’altro, per il suo porto storico. La decisione è stata giustificata da nuovi investimenti sul lungomare e sulle banchine che, secondo il Comitato per il Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, hanno cambiato in modo irreversibile il carattere unico di questo luogo.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles