23.6 C
Rome
giovedì, Luglio 18, 2024

L’Ucraina nell’UE? Sì, ma senza tariffa ridotta

L’Ucraina nell’UE? Sì, ma senza tariffa ridotta. La decisione spetta ora ai capi degli Stati membri che si terranno al vertice di dicembre.

L’8 novembre la Commissione europea ha raccomandato l’avvio dei negoziati di adesione con Ucraina e Moldavia. La decisione spetta ora ai capi degli Stati membri che si terranno al vertice di dicembre. L’Ucraina ha una lunga strada da percorrere: il Paese devastato dalla guerra deve mettere molte cose in ordine. E non può contare su una tariffa ridotta.

Affrontare la corruzione, garantire diritti adeguati alla minoranza ungherese, accettare la riesumazione delle vittime del massacro di Volinia sono solo alcune delle questioni che l’Ucraina deve affrontare se vuole aderire all’UE. Pertanto, lo Stato ucraino deve affrontare una serie di compiti a livello economico, nonché le relazioni internazionali, la politica storica e l’introduzione di normative adeguate. 

Gdynia. Sul balcone è stato trovato il corpo di un neonato. “Il corpo del bambino era in una borsa”

Anche il politologo tedesco Kai-Olaf Lang sottolinea che l’Ucraina non dovrebbe aspettarsi concessioni dall’UE a causa della guerra.  Dal canto suo, il capo dell’ufficio di Bruxelles dell’Istituto tedesco per gli affari internazionali e di sicurezza (SWP), André Härtel, ritiene che la guerra sia un fattore che potrebbe ostacolare l’ingresso dell’Ucraina nell’UE. 

“Non c’è risposta alla domanda su come un paese che ha bisogno di grandi fondi per una campagna di difesa possa attuare pienamente l’acquis (l’insieme degli atti giuridici applicabili delle Comunità europee e dell’Unione europea) in un periodo molto breve di diversi anni”, ha detto citato dall’esperto del portale DW. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

9,585FansLike
2,197FollowersFollow
- Advertisement -spot_img

Latest Articles